Città Metropolitana: tutti gli eletti

0
Palazzo della Provincia di Bari.

Dieci consiglieri vanno alla coalizione di centrosinistra, sette per il centrodestra, uno per le liste civiche con Antonio Decaro sindaco metropolitano: è questa la composizione del primo Consiglio della Città metropolitana di Bari, che nascerà il prossimo primo gennaio al posto della Provincia. I dati, non ancora ufficiali, vedono queste attribuzioni di voti:

ENTROSINISTRA (LISTA “CITTA’ INSIEME”)

1) Pisicchio 6485
2) Lacoppola 6363
3) Abbaticchio 6120
4) Cavone 5740
5) Vitto 4658
6) Natilla 4053
7) Valenzano 3501
8) Stragapede 3244
9) Pietroforte 2761
10) Cardascia 2530

Primi non eletti:

1) Laporta 2481
2) Piergiovanni 2207

CENTRODESTRA (LISTA “ALLEANZA PER LA CITTA’ METROPOLITANA)

1) Maurodinoia 7104
2) Romito  3920
3) Carrieri 3802
4) Lorusso 3609
5) Pomodoro 2961
6) Leggiero 2894
7) Lovascio 2782

Primi dei non eletti:

1) Lorusso 2198
2) Romagno 1980

COALIZIONE CIVICHE (LISTA “TERRE DEMOCRATICHE”)

1) Povia

Primo dei non eletti:

1) Sciacovelli

“L’elezione di Vito Lacoppola – sottolinea Giacomo Olivieri, Presidente di Realtà Italia – nel nuovo Consiglio metropolitano barese rappresenta una nuova importante conferma del ruolo strategico che Realtà Italia, come secondo partito della coalizione di centrosinistra, intende continuare a svolgere nella provincia barese, come in altre parti d’Italia”.

“Ieri sera l’urna ci ha detto che RI si è dimostrato non solo un partito coeso, ma anche capace di continuare ad esercitare una forte attrazione politica nei confronti di esponenti appartenenti ad altri partiti. L’ottimo risultato ottenuto ci fa ben sperare anche per le prossime elezioni regionali per le quali siamo già al lavoro. All’eletto Vito Lacoppola, nuovo esponente di spicco della compagine barese di RI, vanno i nostri sinceri auguri di poter svolgere nel migliore dei modi questo prestigioso incarico, fiduciosi che, con l’esperienza acquisita soprattutto in questi ultimi mesi e con la dedizione che da sempre contraddistingue il suo modo di fare, riuscirà ad offrire al nuovo Consiglio un contributo validissimo in particolare nei settori per i quali il sindaco Decaro vorrà affidargli la delega”.

Ubaldo Pagano, segretario provinciale del Pd, sottolinea come “è la vittoria del centrosinistra, ma è la vittoria del Partito Democratico, che esercitando il proprio ruolo di partito leader del centrosinistra in provincia di Bari ha coinvolto l’intera coalizione e la società civile che si riconosce in certi principi per dar vita a una lista rappresentativa di tutto il territorio e ricca di competenze ed esperienze in grado di garantire una partenza lanciata alla Città Metropolitana”.

Ubaldo Pagano ricorda come dal Pd provenga “il 60% dei consiglieri eletti in Consiglio Metropolitano tra le fila del centrosinistra.

Pagano guarda anche al futuro, su base regionale. “Tra poco si svolgeranno le primarie del centrosinistra per individuare il candidato a presidente della Regione Puglia – ricorda il segretario del Pd barese -. Chiunque ne esca vincitore dovrà partire dalla base di queste elezioni metropolitane: uniti si vince, per continuare su un solco riformista intrapreso a Bari e in Puglia oltre 10 anni fa. Bari si propone, dunque, come modello da seguire per aprire un’altra pagina di buone pratiche politiche”.

Nessun commento

Commenta l'articolo