Commercio, a Bari un Workshop sulla sicurezza

0

Si terrà a Bari la prima tappa del ciclo di workshop dal titolo “Fare sicurezza, conviene” (la sicurezza nel commercio, industria, agricoltura, artigianato – opportunità per la salute delle imprese e per lo sviluppo locale) che si terrà mercoledì 14 dicembre (ore 9,30-13,00) presso la Camera di Commercio di Bari (sala azzurra) promosso dal Contratto di rete Pro Security Center (PSC).

Un focus tra esperti e specialisti del settore per approfondire aspetti d’innovazione e buone pratiche su uno dei temi, come la sicurezza, di costante attualità e al centro d’interesse per le Pmi locali, istituzioni, organizzazioni sindacali di categoria e operatori economici del territorio.

E’, infatti, arrivo da alcune settimane il primo network specializzato sulla “sicurezza” integrata globale: sicurezza sul posto di lavoro e nelle Pmi, di sicurezza stradale, sicurezza informatica, sicurezza alla persona, sicurezza alimentare-sicurezza prodotto, sicurezza all’export oltre che alla sicurezza urbana e ambientale più in generale. Questo è in sintesi SecurityClub, iniziativa promossa dall’aggregazione di rete tra imprese e partner di settore denominata Pro Security Center.

Lo sportello è rivolto infatti a famiglie, operatori economici, consumatori e cittadini, al fine di promuovere sempre più la “cultura della sicurezza” grazie anche a sistemi e nuovi strumenti d’innovazione tecnologica.

“SecurityClub – ha spiegato il Giovanni Caldarola tra i responsabili del progetto – è un network che parte da basso e che possiamo sintetizzarlo con una formula chiave: informare per prevenire”. “Lo sportello – ha aggiunto – intende mettere in campo infatti un insieme d’iniziative e azioni integrate verso diverse categorie di utenti come le aziende, professionisti, lavoratori, le associazioni, la pubblica amministrazione e la cittadinanza tutta, con particolare attenzione alle fasce più vulnerabili come gli anziani, le donne, i bambini. Azioni orientate ad attivare strategie di prevenzione permanente e di sensibilizzazione continua avvalendosi anche di soluzioni tecnologiche e dispositivi innovativi di supporto”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.