Libri, le cinque idee regalo da mettere sotto l’albero di Natale

Immancabili, sotto l’albero di Natale, i libri. Dono sempre gradito per sfruttare al meglio i ritagli di tempo nel bel mezzo delle festività. Per chi avesse ancora dubbi e qualche spicciolo da spendere, segnaliamo cinque libri da regalare o da regalarsi.

0

Tempo di Natale, tempo di libri. E’ ormai cominciato il countdown di avvicinamento alle tradizionali festività di fine anno e, tra le altre tradizioni, è scattata la corsa ai regali. Per sé stessi e per gli altri, ossia parenti, amici, colleghi, conoscenti. Immancabili, sotto l’albero di Natale, i libri. Dono sempre gradito per sfruttare al meglio i ritagli di tempo nel bel mezzo delle festività. Per chi avesse ancora dubbi e qualche spicciolo da spendere, segnaliamo cinque libri da regalare o da regalarsi.

Non ci resta che augurarvi: Buone Feste e una buona lettura!

Non so parlare sottovoce, Aldo Agroppi

Cominciamo con gli appassionati di calcio. Chi non ricorda Aldo Agroppi, estroso calciatore, appassionato allenatore, commentatore mai scontato? Si dipana tra la sua esperienza nell’universo pallonaro del Belpaese e le sue vicende personali il libro “ Non so parlare sottovoce”, intrigante volume pubblicato da Cairo Editore con cui il “toscanaccio” Agroppi, fulgida bandiera del Torino, ripercorre le principali tappe della sua carriera, intervallando ed intrecciando il racconto calcistico con la sua vita, personale e familiare. Senza peli sulla lingua e senza alcuna remora, Agroppi narra tantissimi retroscena della sua vita in “contropiede”, tra parole e pallone.

Articolo 5, Sandro Staiano

Oltre al calcio, è noto, lungo la penisola italica altro tema che infiamma le folle è quello della politica. Al centro del dibattito, spesso, la Costituzione, la Legge Fondamentale. Per comprenderla e conoscerla meglio, Carocci Editore ha dato alle stampe una collana composta da dodici volumi, ciascuno dei quali “viviseziona” uno dei dodici articoli con cui si apre la Costituzione, ossia i Principi Fondamentali. In particolare, segnaliamo il volume dedicato all’articolo 5, curato da Sandro Staiano. Articolo che riconoscendo la Repubblica come una ed indivisibile, lascia ampio spazio e promuove le autonomie locali ed il decentramento amministrativo. Come ben si evince, temi di strettissima attualità che l’autore sviscera in maniera dettagliata ed approfondita.

Puglia – Le cattedrali, Stefania Mola

Apriamo la rassegna con uno dei numerosi libri pubblicati da Adda Editore, storica casa editrice pugliese: “Puglia – Le cattedrali” è il titolo del volume numero 11 facente parte della collana “Puglia in tasca”. L’autrice Stefania Mola illustra il territorio regionale, in lungo e in largo, utilizzando come fil rouge le numerose splendide cattedrali che impreziosiscono la regione. Accompagnato dalle suggestive foto di Nicola Amato e Sergio Leonardi, il testo rappresenta un lodevole studio sotto diversi punti di vista: storico, religioso, architettonico, urbanistico, culturale. Ricco di dati ed informazioni, il libro costituisce una testimonianza di pregio circa l’immenso patrimonio che la Puglia è in grado di offrire.

Puglia – Tra cielo e mare, William Dello Russo

Sempre dedicato al Tacco d’Italia è l’elegante volume “Puglia – Tra cielo e mare”, edito da Sime Books. Dal taglio prettamente fotografico, il libro propone, da nord a sud, gli ineguagliabili panorami e scorci che caratterizzano la Terra di Puglia, nonché dettagli di usi e costumi, tradizioni, bellezze architettoniche. I ricercati testi di William Dello Russo accompagnano gli scatti di Giovanni Simeone e di Johanna Huber, dando vita ad un mix affascinante e coinvolgente.

Barinostra, Alessandro De Luisi

Infine, nella nostra top five inseriamo anche “Barinostra”, volume dedicato, naturalmente, al capoluogo pugliese ed alle sue bellezze. Pubblicato da Quorum Edizioni, il libro firmato da Alessandro De Luisi delinea due interessanti itinerari da percorrere, alla scoperta degli angoli più nascosti della città, tra arte e leggenda: quello che attraverso i diversi archi del tessuto urbano guida il visitatore nei meandri del cuore di Bari e quello che, tra sacro e profano, si snoda lungo il filo che congiunge le numerose edicole votive presenti sul territorio.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.