Crotone-Bari, 3-0 e notte fonda per i biancorossi. E per Mangia il tempo è scaduto

0

Un Bari compatto dall’inizio alla fine. Ciò che si augurava Devis Mangia alla vigilia di Crotone-Bari non si è realizzato. Anzi. I biancorossi, in gioco per 15 minuti vengono schiacciati per 3 a 0 dal fanalino di coda Crotone e per il tecnico di Cernusco sul Naviglio sembra essere finita qui l’avventura nel capoluogo pugliese. Sembrerebbe essere in dirittura d’arrivo a Bari Davide Nicola, ex tecnico del Livorno, e scelto dal presidente Paparesta per prendere le redini della compagine barese. A Crotone, intanto, i biancorossi mettono in scena un copione visto altre volte in questo avvio di stagione. Svogliati, confusi, senza idee trascinati solo da qualche iniziativa personale. Insomma mai vera squadra. I giocatori simbolo mai in partita. Galano evanescente, Sciaudone col fiato corto, Defendi solo voglia e niente più (ma è anche vero che è stato messo in campo a mezzo servizio), Stevanovic tanto movimento ma mai una giocata utile.

Primo tempo che ha poco da dire. Il Bari gioca solo 15 minuti. Il tempo di ottenere una clamorosa palla gol per Caputo. L’attaccante altamurano approfitta di un retropassaggio corto di Zampano, si invola verso la porta crotonese ma spedisce incredibilmente fuori. Allora gol sbagliato, gol subito. Dopo pochi minuti Camillo Ciano viene imbeccato al limite dell’area di rigore barese e supera Donnarumma con un preciso diagonale di sinistro. La reazione del Bari è però sterile, fatta eccezione per un tiro, a pochi passi dalla porta, di Sciaudone. Bravo Bajza a respingere.

Secondo tempo che dovrebbe mostrare la voglia di reagire dei biancorossi. Così non è. L’unico tiro è di Salviato che viene ben respinto da Bajza. Con il Bari sempre più sulle gambe il Crotone ne approfitta. Torregrossa controlla sulla destra, appoggia a Maiello che cerca e trova De Giorgio. L’attaccante crotonese non si fa pregare e supera Donnarumma per la seconda volta. Per i pugliesi la partita è già finita, non provano neanche a rialzare la testa. E il Crotone ne fa tre.  In contropiede Maiello, servito da De Giorgio, è libero di tirare al volo e firmare il 3 a 0 per i padroni di casa.

La partita termina sulla desolante, e significativa, immagine di Mangia che abbandona il campo a capo chino e da solo, mentre sugli spalti gli 800 supporter baresi avevano abbandonato la tribuna e voltato le spalle ai giocatori pugliesi.

IL TABELLINO

Crotone: Bajza; Zampano; Claiton; Ferrari; Martella; Minotti; Maiello; Salzano; Ciano; Torregrossa; De Giorgio. All. Drago.

Bari: Donnarumma; Salviato; Ligi; Contini; Camporese; Defendi; Donati; Sciaudone; Galano; Caputo; Stevanovic. All. Mangia.

MARCATORI: Ciano (T) al 20’; De Giorgio (T) al 67’; Maiello (T) al 93’

AMMONITI: Minotti (T) al 41’; Defendi (B) al 75’; Salviato (B) al 86’

Arbitro: Leonardo Baracani

Nessun commento

Commenta l'articolo