Cucù. Il Cavaliere è tornato

0

Lui è tornato. È il remake di se stesso, la riedizione cult del ’93, come il secondo capitolo di “Eccezzziunale… veramente”, “’L’allenatore nel pallone 2”, oppure come Stallone che ha portato la saga del suo Balboa dal 1976 al 2015.

Berlusconi si rilancia, prima una estate di lifting e diete, poi mostra la siluette in Autogrill mentre fa acquisti per i nipoti, ogni tanto allatta un agnellino e finalmente le convention politiche.

Ad Ischia presenta il programma di governo, il progetto di rilancio sulla scena. Non è uno scherzo degli 81 anni, ma una barzelletta. Riparte da qui Silvio: “Dio mi ha chiamato e mi ha detto: La tua idea di trasformare il Paradiso in società per azioni e quotarla, mi è piaciuta moltissimo. C’è solo una cosa che non capisco, perché dovrei fare il vicepresidente…”

E poi il pezzo clou, parlando di Gheddafi: “Sono andato nei centri di accoglienza e non ho visto bidet. Ho cercato di dire che erano necessari, ed ho pensato: ‘Voglio insegnare a questi scopatori libici che anche i preliminari sono importanti’”.

Il Bunga Bunga torna in auge, la fase del pensionamento non ingrana. Se la Corte di Strasburgo non lo riabilita, nel frattempo torna Re nella Corte dei Giullari. La parola finale spetterà al corpo elettorale, solo allora capiremo se dall’ampolla sia riuscito a tirar fuori altro olio per l’unzione del Signore.

Silvio Berlusconi è in campo, tornate a casa e riaccendete la tv su Rete4, chissà che un Emilio Fede emozionato riprenda le trasmissioni.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.