De Leonardis: tracciabilità del settore lattiero-caseario attesa da tempo, ora controlli severi

0

Non bastano le leggi e le direttive se poi nessuno le applica e le fa osservare. Da ieri è in vigore, infatti, la disciplina sulle etichettature su origine e trasformazione del latte e dei suoi derivati caseari.

Ma sono necessari, oggi a maggior ragione, i controlli ed un costante monitoraggio del settore. Perchè le frodi sono sempre in agguato.

Sull’argomento interviene, con una nota, il presidente del gruppo Alternativa Popolare, Giannicola De Leonardis.

“L’entrata in vigore del decreto che impone finalmente l’obbligo di indicare in etichetta l’origine del latte e dei prodotti lattiero – caseari rappresenta un primo, importante riconoscimento della necessità di tutelare sia i produttori che investono in qualità, innovazione, tecnologia, personale e marketing, che i consumatori, impossibilitati ad avere una reale cognizione in merito senza una doverosa e rigorosa tracciabilita’, e con addirittura produzioni d’eccellenza pugliesi ricavabili con latte per gran parte proveniente dall’estero a bassissimo costo. Una battaglia che da anni conduco in Consiglio regionale, per salvaguardare un comparto già gravemente danneggiato da frodi, contraffazioni e una concorrenza selvaggia che facendo crollare il prezzo del prodotti produce un effetto domino disastroso e preoccupante. Per questo auspico adesso controlli rigorosi per la corretta applicazione e osservanza del decreto firmato dai ministri Martina e Calenda, e l’estensione dello stesso anche ad altre produzioni tipiche che rientrano nel gotha dell’agroalimentare italiano e pugliese in particolare”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo