Investimenti, app e rilancio: questa la ricetta di Decaro per l’Amtab

0

La giunta comunale di Bari ha disposto, in un incontro informale avvenuto nei giorni scorsi, la gratuità dei mezzi di trasporto pubblico urbano per tutti i cittadini di età superiore a 65 anni residenti a Bari. L’Amtab, che ha recepito il provvedimento, nei prossimi giorni renderà note le modalità per poter usufruire di questa misura.

L’azienda di trasporto urbano, inoltre, potrà contare già nel 2014 su un piano di ricapitalizzazione che vede impegnato il Comune nel trasferimento di 2 milioni di euro, fondi derivanti dagli utili realizzati dall’Amgas Spa lo scorso anno.

Il piano prevede un apporto di capitali da parte del Comune fino a 8 milioni di euro entro il 2017 a fronte di un progetto complessivo di efficientamento dei costi e del servizio predisposto da Amtab su base triennale.

Le principali azioni presenti nel piano aziendale riguardano: il potenziamento del parco mezzi con l’acquisizione di nuovi bus a basso impatto ambientale, la revisione dei percorsi delle linee urbane finalizzata a razionalizzare il servizio incrementando la frequenza delle corse, il rafforzamento dei controlli per contrastare il mancato pagamento del biglietto e il potenziamento della dotazione tecnologica aziendale (gps a bordo dei mezzi, comunicazione più efficace agli utenti).

Infine, a partire dall’entrata in vigore degli orari invernali (prevista entro fine mese) sul sito www.amtabservizio.it saranno disponibili, in formato aperto, i dati relativi ai tempi di attesa dei bus alle fermate. Gli open data consentiranno a tutti i cittadini, esperti nel settore dell’innovazione tecnologica, la possibilità di sviluppare applicazioni utili alla migliore gestione e comunicazione dei servizi afferenti al sistema di trasporto pubblico locale.

Nelle prime giornate di ottobre, inoltre, è previsto un hackathon dedicato, un incontro tra esperti del mondo della programmazione informatica orientato alla migliore gestione possibile dei dati sulla mobilità in open source.

Nel frattempo, le società Planetek Italia, MACNIL e SITAEL, in collaborazione  con il Politecnico degli studi di Bari, nell’ambito del Living Lab S.E.M.I.N.A., stanno realizzando, insieme al Comune di Bari, una app integrata che renderà disponibili sugli smartphone dei cittadini, oltre ai tempi di attesa dei mezzi pubblici alle fermate, le informazioni sull’andamento del traffico urbano in tempo reale, diffuse dai pannelli informativi attivi in città nonché notizie di pubblica utilità.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo