Galli della Loggia e Fofi a Bari per i “Granai della Memoria”

0

Sarà un “Dialogo tra due intransigenti” a chiudere il ciclo di incontri dedicati a Gaetano Salvemini, organizzato a Bari dalla Fondazione Giuseppe Di Vagno nell’ambito del progetto i “Granai della Memoria” in occasione del 60° anniversario della morte dell’intellettuale e storico pugliese.

Lunedì 6 novembre alle ore 15.00, nell’Aula “Aldo Moro” dell’Università degli Studi di Bari, in un incontro moderato dal giornalista e scrittore Alessandro Leogrande, si cercherà di ragionare su alcune questioni ancora aperte della riflessione salveminiana, in Italia e all’estero.

A confronto Goffredo Fofi, saggista, critico teatrale e cinematografico, disincantato osservatore politico, una delle personalità più attive e combattive della cultura italiana, ed Ernesto Galli della Loggia (nella foto), storico e pubblicista, professore di Storia dei partiti politici presso l’Università di Perugia, editorialista de Il Corriere della sera.

Il pensiero di Salvemini è ancora attuale? O, al contrario, è quanto di più inattuale si possa immaginare oggi in Italia? E non è forse questa inattualità a rendercelo così necessario? A queste domande i protagonisti della giornata, introdotti da Giuseppe Moro, professore ordinario di Sociologia generale presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Bari, cercheranno di trovare risposta.

Agli studenti del dipartimento di Scienze Politiche saranno attribuiti i crediti formativi previsti nel piano di studi.

I sei appuntamenti sono stati ideati con il coordinamento scientifico di Renato Camurri, docente di storia dell’Europa contemporanea dell’Università di Verona, e la collaborazione dell’Università degli Studi di Bari, per approfondire la figura di Salvemini: antifascista, intellettuale moderno, cosmopolita, aperto alle contaminazioni culturali, difensore della democrazia, anticipatore della involuzione del sistema politico italiano nato dalla Resistenza.

Granai della Memoria è il progetto della Fondazione Di Vagno per il triennio 2017-2019. Un progetto che comprende anche la scuola per buona politica ed i Festival Lectorinfabula e Lector in Tavola.

E’ organizzato con il patrocinio e il sostegno di MiBACT, Regione Puglia – assessorato alle Industrie culturali e del turismo, Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari (Dipartimento di Scienze Politiche, Dipartimento di Studi Umanistici), Comune di Conversano e Comune di Molfetta, in collaborazione con la Rete delle scuole superiori di Molfetta e l’Istituto storico della Resistenza in Toscana.

L’ingresso agli incontri è libero e gratuito.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.