Ecotassa, M5S: “Oggi 11 aprile approvato un provvedimento che obbliga i Comuni a fare qualcosa entro il 31 marzo”

0

Oggi 11 aprile la maggioranza è riuscita ad approvare una legge sull’ecotassa che chiede ai Comuni di fare qualcosa entro il 31 marzo 2017, ovvero entro dieci giorni fa. Il tutto è accaduto nei primi minuti di aula, in maniera così confusa e rapida che noi del Movimento 5 Stelle abbiamo scelto di non partecipare neanche al voto perché non c’erano le condizioni per comprendere cosa si stesse votando.

Ma si tratta di un provvedimento che, secondo i pentastellati, presenta diversi refusi ed errori di drafting normativo: “oltre ad obbligare – spiegano – al comma 2 i Comuni a comunicare entro il 31 marzo 2017 la previsione dell’obiettivo per i mesi di settembre e ottobre 2017,  la rubrica dell’articolo 1 reca “Disposizioni transitorie”, quando in realtà si prevedono disposizioni eccezionali per l’ecotassa 2017; il comma 4 del provvedimento prevede che per l’anno 2018 il tributo sia determinato ai sensi dell’attuale disciplina, una cosa che non ha senso in quanto si riferisce alla fase transitoria relativa alla nuova disciplina del tributo, che non è contenuta nel provvedimento in esame; per non parlare del titolo del provvedimento che non chiarisce nemmeno il contenuto effettivo dello stesso: il provvedimento in esame infatti prevede solo misure eccezionali per il versamento dell’ecotassa 2017, e non una disciplina generale del Tributo, misura che era contenuta in un DDL precedente, dal quale evidentemente le misure all’esame sono state stralciate”.

“Diverse imprecisioni – specifica il consigliere Trevisi componente della V Commissione Ambiente – che erano tra l’altro state da me segnalate all’assessore Santorsola in Commissione. Osservazioni che evidentemente sono state ignorate.”

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo