Edilizia, prorogato per un anno il piano casa regionale

0

Maggiori volumetrie ed un anno di proroga per sostenere l’edilizia pugliese e le aziende che, in questo modo, possono trovare nelle ristrutturazioni un terreno favorevole per uscire dalla crisi terribile che questo settore ha dovuto subire in questi ultimi anni.

Modifiche alle norme per il sostegno al comparto edilizio colpito dalla persistente crisi economica sono state approvate da Consiglio regionale (38 sì, astensione di Sel e il voto favorevole di Giovanni Alfarano). In particolare si tratta della possibilità di ampliare, ristrutturare gli edifici esistenti fino al 31 dicembre del 2015. Una proroga alla legge n.14  del 2009.

Inoltre, la proposta di legge contiene emendamenti proposti da Salvatore Negro, Giovanni Epifani, Erio Congedo e Giuseppe Longo approvati a maggioranza (con il voto contrario di Sel e di Alfredo Cervellera), con i quali viene  ampliata la volumetria complessiva per gli interventi consentiti (da 200 a 300 mc).

Con le modifiche approvate saranno possibili incrementi volumetrici per interventi straordinari di ampliamento fino ad un massimo di 400mc. L’assessore Angela Barbanente ha sottolineato in Aula che la grave crisi del settore non potrà avere sbocchi significativi se non passando attraverso la riqualificazione degli edifici già esistenti con interventi conservativi, di messa in sicurezza e modernizzazione soprattutto  in funzione della  ecosostenibilità.

“Occorrono operazioni semplici e concrete – ha sottolineato Luigi Mazzei di Forza Italia, per provare a ripartire e siamo certi che con la proroga del Piano Casa si possa andare in tale direzione, nella consapevolezza della strategicità che il settore dell’edilizia ricopre nelle politiche di ripresa economica. Ciò che preoccupa è, però, l’atteggiamento di chiusura che ancora una volta dimostra Sel e che si è esplicato nell’inutile polemica di Losappio nei confronti del Consigliere Negro dell’Udc su alcuni emendamenti migliorativi proposti per agevolare la ripresa dell’edilizia in Puglia. Strano, perché Losappio e Negro saranno compagni di coalizione e i loro dissidi fanno capire bene in che clima politico insano vivrebbe la Puglia se, malauguratamente, dovesse vincere Emiliano”.

Anche Anci Puglia esprime soddisfazione per il provvedimento di differimento al 31 dicembre 2015 del Piano Casa varato ieri in Consiglio Regionale.

“L’Anci ha avuto un ruolo propositivo determinante nella modifica migliorativa della legge 14/09, puntando alla sostenibilità senza stravolgimenti agli strumenti urbanistici ed al territorio pugliese. – ha commentato il presidente Anci Puglia Sen. Luigi Perrone – Ritengo molto importante estendere per un altro anno le agevolazioni previste dal Piano casa sul nostro territorio, per la riqualificazione del patrimonio urbanistico esistente ma anche per dare un impulso al rilancio del settore che vive un preoccupante stato di crisi.”

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo