Elezioni 2018, gli ultimi sondaggi vedono in vantaggio il centrodestra

0

Come andranno le prossime elezioni 2018 previste per il prossimo 4 marzo? In attesa del silenzio imposto dalla “par condicio“, in questi giorni si moltiplicano i sondaggi elettorali e gli opinionisti fanno il pieno in tv, sui giornali e sul web.

Una mappa variegata e molto complessa, quella che viene fuori dal sondaggio Ipsos pubblicato questa mattina dal Corriere della Sera. Certo, il valore di un sondaggio è molto relativo, e resta un esercizio statistico e poco altro.

Ma i dati sono chiari: al momento del voto le urne potrebbero decretare una sostanziale tripartizione del voto che, complessivamente, vede uscire malconcio il centrosinistra ed il Pd in maniera particolare, senza che però nessuna coalizione riesca ad arrivare alla soglia del 40% dei voti, che le permetterebbe di governare con relativa tranquillità.

Il primo partito dovrebbe essere con ampio margine il M5S, che però non dovrebbe andare oltre i 170 seggi complessivi. La coalizione di centrodestra con Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e NcI-Udc potrebbe arrivare a 266 seggi, mentre il Pd si attesterebbe a 154 seggi, con Liberi e uguali in grado di conquistarne 27.

Secondo il sondaggio, infatti, il Centrodestra farebbe il pieno al Nord, nelle regioni forti della Lega, mentre il Pd terrebbe soltanto nelle regioni come l’Emilia, la Toscana e l’Umbria, tradizionalmente di sinistra. Nelle regioni meridionali il voto potrebbe rivelarsi in un testa a testa tra la coalizione di centrodestra ed il M5S, che prenderebbe la maggioranza dei seggi in Liguria e nelle Marche.

Secondo le rilevazioni di Ipsos nel Sud la coalizione di centrodestra dovrebbe prevalere nella maggior parte dei seggi uninominali. In Puglia, in particolare, la partita potrebbe concludersi per 12-5, in Sicilia 11-9 e in Campania 13-8. Al centrosinistra dovrebbero andare soltanto le briciole, con 4 collegi conquistati nelle sei regioni meridionali (unica roccaforte del Pd dovrebbe essere la Basilicata).

Questi dati sono sostanzialmente confermati anche dalla Swg pubblicato da Il Messaggero che, nel suo sondaggio, mette al 37,2% i voti conquistati dal centrodestra, vincitore delle elezioni ma senza la soglia “di tranquillità” del 40%.

Anche per questo sondaggio nel Sud ci sarà un sostanziale equilibrio tra M5S e centrodestra, anche se per la Swg dovrebbero andare ai grillini un maggior numero di seggi.

Condividi
Roberto Mastrangelo
Coordinatore Redazionale del progetto PugliaIn.net. Socio fondatore dell'Associazione Scritture Digitali, in passato giornalista per il Movimento, Roma, il Patto, il Resto, l'Indipendente, Puglia d'Oggi, Cerca la domanda scomoda da fare nel momento peggiore.

Nessun commento

Commenta l'articolo