Estorsioni ad imprenditori edili, 8 arresti a Taranto

0

Pagare per evitare i danneggiamenti ai cantieri. I Carabinieri della Compagnia di Taranto hanno eseguito questa mattina 8 misure cautelari per associazione per delinquere finalizzata alle estorsioni.

I provvedimenti sono stati emessi a carico di presunti appartenenti a un sodalizio criminale operante nella frazione di Tramontone nella zona sud del capoluogo jonico.

Nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura del capoluogo jonico, sono state documentate, anche attraverso l’uso di intercettazioni ambientali e tlefoniche, ripetute estorsioni, sotto la minaccia di danneggiamenti, furti ed incendi nei cantieri, ai danni di imprenditori edili del luogo con la conseguente richiesta di ingenti somme di denaro.

Le richieste di denaro variavano in base alle dimensioni del cantiere e si aggiravano tra i duemila e fino agli ottomila euro, da versare in contanti, pagabili anche a rate. In due casi, come hanno accertato i Carabinieri, il reato è stato consumato, con la consegna effettiva del denaro, in altri solo tentato perchè il passaggio di soldi è stato ancitipato dal blitz di questa mattina.

All’operazione, scattata alle prime luci dell’alba di oggi, hanno partecipato circa 70 militari del comando provinciale, un elicottero dell’Arma e unità cinofile.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo