Esuberi Province – Scianaro: “Dipendenti a rischio Pd e Sel pensano agli amici”

2

Nella legge di Bilancio appena varata in Consiglio regionale, nemmeno un rigo è stato destinato allo spinoso capitolo dei dipendenti delle Province pugliesi che a partire da gennaio dovrebbero (il condizionale è d’obbligo) entrare alle dipendenze della Regione.

I precari, in piena campagna elettorale, sono stati infornati a centinaia, concentrandosi sulla loro stabilizzazione. Per altri, probabilmente meno attraenti dal punto di vista politico ed elettorale, non una parola. Questo almeno a sentire gli esponenti regionali di Forza Italia.

A parlare e Maurizio Friolo. “Negli ultimi mesi tutto l’interesse della giunta e della maggioranza di centrosinistra, come ormai chiunque in Puglia sa, è stato concentrato sulla battaglia per la stabilizzazione dei precari, senza paura di forzature e di possibili ricorsi, o di una copertura finanziaria traballante (se non del tutto inesistente). Una battaglia evidentemente condivisa dal tandem Vendola-Emiliano, che porterà certo benefici immediati in campagna elettorale, ma che al tempo stesso alimenterà l’ennesima emergenza quando occorrerà fare i conti con gli ulteriori ingressi del personale eccedente le sei Province pugliesi, che non potrà essere messo in lista d’attesa, a prescindere da appartenenze e vicinanze/lontananze politiche e partitiche”.

“E mentre Vendola – prosegue Friolo – ormai prossimo ai saluti, potrà sempre prendersela con un governo e un premier che cordialmente detesta (pur non disdegnando in Puglia l’alleanza con il Partito democratico, di cui quel premier è il leader nazionale), Emiliano su chi dovrà invece scaricare responsabilità e colpe del caos prossimo venturo? Su Vendola e sul partito di cui è segretario regionale e leader in carica?”.

Renzi, Delrio, Emiliano e Vendola: il gran pasticcio sulle Province porta la loro firma. E in Puglia, sapendo da tempo che la Regione avrebbe assorbito il personale provinciale, hanno pensato bene di fare l’infornata con le stabilizzazioni, mettendo a rischio il futuro dei dipendenti degli enti secondari”. Lo dichiara e rilancia sulla questione il consigliere regionale di Forza Italia, Antonio Scianaro.

“Da gennaio –aggiunge- i dipendenti non avranno garanzie per il futuro. È una situazione gravissima a cui la Puglia non sa come far fronte, dopo aver stabilizzato gli amici degli amici di Vendola ed Emiliano. A questo si aggiungono anche i ritardi della Regione nel conferire le deleghe alle Province, che ora hanno praticamente le mani legate senza poter esercitare a pieno autonomia gestionale e finanziaria. Noi ci batteremo affinché non siano messi a rischio non solo i posti di lavoro, ma anche i servizi ai cittadini. È tempo che ognuno si assuma le sue responsabilità –conclude- e non si può non definire come scellerata e incompetente la classe dirigente di sinistra che, da Renzi ad Emiliano e Vendola, ha messo in pericolo il futuro di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

2 Commenti

  1. Precari “infornati a centinaia ” un cavolo! Perche’ non vi aggiornate, prima di scrivere cavolate? Ci parla “e” , si scrive con l’accento…

Commenta l'articolo