Evasione fiscale, indagato il comico barese Uccio De Santis

0

Questa volta c’è poco da ridere, e detto per uno che di professione fa (e molto bene) il comico, non è una bella cosa. L’attore e barzellettiere barese Uccio De Santis, 52 anni, risulta indagato per evasione fiscale da 1,3 milioni di euro per non aver fatturato tra il 2012 e il 2016 una parte dei proventi dei suoi spettacoli.

L’indagine è partita dopo un accertamento della sezione pubblici spettacoli del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza.

Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti De Santis, risultava socio e amministratore di una cooperativa (che gli corrispondeva dai 70 agli 84 euro a serata), avrebbe incassato i proventi della sua attività con una serie di assegni versati sui conti correnti intestati alla moglie. In questo modo, secondo i finanzieri, avrebbe ottenuto vantaggi di natura contributiva evadendo il fisco e nascondendo somme di denaro alla tassazione.

Sempre secondo la ricostruzione effettuata con riferimento al 2012, l’attore avrebbe percepito quasi 361mila euro per redditi da lavoro autonomo, mentre avrebbe dichiarato redditi da lavoro dipendente inferiori a 9mila euro lordi l’anno.

Ovviamente tutto dovrà essere dimostrato nel corso delle indagini.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.