Fasano avrà il suo festival della scienza

0

“Fasano avrà il suo festival della scienza. La Regione Puglia ha finanziato l’importante evento, in programma per un triennio, per un ammontare di € 120.000, a cui si aggiungeranno i fondi dei partner privati”. Lo dichiara il Presidente della Commissione regionale bilancio Fabiano Amati.

“Com’è noto – continua Amati – l’idea nacque in occasione del convegno su scienza e politica svoltosi a Fasano nel marzo scorso con la scienziata e senatrice a vita Elena Cattaneo. Il festival prevede un programma originale di approfondimento divulgativo degli argomenti scientifici, per mettere in moto un meccanismo virtuoso tra le scoperte scientifiche e le decisioni politiche. Il progetto prevede la partecipazione di autorevolissimi esponenti del mondo scientifico e una serie di attività realizzare con il coinvolgimento delle scuole”.

Il Festival allora si comporrà di lectio magistralis, dialoghi, focus di approfondimento, proposte di spettacolo, role-playing, interviste, eventi speciali, proposte per le scuole e l’Università, uso dei social-media, così da raggiungere altrettanti differenti pubblici. Il tutto con un largo uso di nuovi linguaggi per la divulgazione dell’innovazione tecnologica.

La scelta di Fasano si colloca nella tradizione della valorizzazione paesaggistico-naturalistica e del patrimonio storico-artistico dei mille borghi che caratterizzano la penisola italiana. L’evento, secondo i proponenti, si sposa in maniera ottimale con le dimensioni del piccolo borgo e con l’opportunità di promuovere un territorio meno conosciuto e che il turismo di qualità predilige.

Le prime tre edizioni. Come focus delle prime tre edizioni ci si potrebbe, in parte, concentrare su alcuni raggruppamenti disciplinari omogenei, del tipo: 2017: scienze naturali, chimica, biologia, genetica e medicina; 2018: matematica, cibernetica, computer science, informatica; 2019: fisica, ingegneria, astronomia.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo