Fc Bari, nuovi contatti con la famiglia dell’Emiro Al Thani

0

Se fosse vero avrebbe del clamoroso. Stando a quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, si sarebbe riaffacciato alla porta del Bari lo sceicco qatariota della famiglia di Al Thani. Stando al quotidiano sportivo che ha diffuso la notizia, lo sceicco starebbe per arrivare nei prossimi giorni a Bari per incontrare il sindaco, il presidente della Regione Puglia e ovviamente il presidente Gianluca Paparesta. L’interesse di Al Thani, se fosse confermato, però non sarebbe nuovo. Già nel 2013, infatti, intraprese un dialogo con l’allora presidente dell’As Bari Antonio Matarrese ma il tutto si risolse in un nulla di fatto. Poi nel febbraio scorso aprì una trattativa con la società del Cagliari ma anche lì ci fu un blocco delle trattative. Inoltre, girerebbe voce che ci sarebbe stato un primo contatto tra i rappresentanti del multimilionario qatariota e i legali del Bari tanto che girerebbe la voce di una veloce risoluzione della trattativa.

Lo sceicco sarebbe intenzionato a rilevare l’80% delle quote della società barese, per un importo di 8 milioni, lasciando a Romeo e Gianluca Paparesta il restante 20%. Il suo eventuale arrivo nel capoluogo pugliese, però, darebbe una boccata d’ossigeno non indifferente alle casse della Fc Bari 1908 e una maggiore velocità ai progetti già iniziati dal presidente biancorosso come, ad esempio, il progetto di riqualificazione dello stadio San Nicola. Gianluca Paparesta però nega tutto: “E’ una trovata simpatica ma non c’è stato nessun contatto. La società non è in vendita, tuttavia, se dovesse arrivare un’offerta importante e seria per ampliare la compagine societaria ci siederemo a tavolino e ne discuteremo”.fcbaritorta

Tutto questo mentre si presenta, nella sede barese di Eataly, una nuova collaborazione tra Fc Bari 1908 e Planéte Affaires, azienda di comunicazione che gestisce i diritti del marchio Bari. Il progetto sarà enogastronomico e riunirà sotto il marchio Fc Bari 1908 diverse aziende dell’enogastronomia pugliese. Al momento sono presenti la Ladisa ristorazione, Botromagno, Salati Preziosi e Mitapast.

Già pronti alla vendita e alla distribuzione il panino del tifoso (ideato dallo chef barese Almo), il dolcetto del Bari, il vino della Fc Bari. Tutto con la soddisfazione di Paparesta: “È una iniziativa innovativa ma che trae forza dall’energia della società. Questo da una parte può dare un contributo economico alle casse della società, dall’altra offre una maggiore visibilità alla società. E sarà simpatico vedere il marchio Bari sui prodotti alimentari. E’ una idea semplice, con prodotti di qualità, ma che nessuno ha mai avuto in Italia”.

Nessun commento

Commenta l'articolo