Fc Bari, Nicola: “Il Bari è cambiato ma non dite che non lotta”

0

“Non sono d’accordo sul fatto che dite che il Bari sia spento. Il Bari non è spento assolutamente. Nelle prime settimane ho cambiato l’idea di calcio qui”. Ad affermarlo con decisione è il tecnico biancorosso Davide Nicola in una insolita conferenza stampa infrasettimanale. Il suo Bari, fino ad ora, non ha particolarmente brillato sul piano dei risultati. Tre partite con Nicola in panchina e una vittoria e due sconfitte. Sul piano del gioco, invece, qualche miglioramento si è visto e, a dirla tutta, le sconfitte sono arrivate su singoli episodi. La qual cosa non copre il fatto che i biancorossi hanno difficoltà a rendersi pericolosi in fase offensiva e traballanti nella fase opposta.

” Il gioco che i ragazzi impareranno sarà questo:  arrivare velocemente nella trequarti avversaria, giocare velocemente, trovare diverse soluzioni di passaggio e tentare diverse soluzioni per aggirare gli avversari. Dobbiamo cambiare mentalità. Ora abbiamo quattro partite fondamentali per vedere cose diverse e vedere i veri valori dei ragazzi. Sui quali non farò sconti a nessuno. Voglio gente che non si concentri sui problemi. Al momento siamo al primo step che è quello di lavorare sui nostri limiti. Chiedo solo di darci fiducia”.

Nicola lavora sui problemi ‘psicologici’ della sua compagine: “C’è il timore di deludere ma il mio compito è prendere per mano i ragazzi. Noi vogliamo arrembare la gente, voglio far vedere il gioco proiettato in attacco. Ci stiamo provando e piano piano arrivano le risposte. Ho parlato con la squadra, cui ho indicato gli elementi da acquisire per migliorare, che dobbiamo lavorare, c’è da sviluppare un senso di appartenenza, un rispetto del compagno, ed essere pronti ad assumersi questa responsabilità”.

Nessun commento

Commenta l'articolo