Final Eight Calcio a 5 A2. Cisternino shock, miracolo Barletta. This is Futsal.

0

This is Futsal. 19 reti in 4 gare, risultati spesso in bilico sino agli ultimi istanti, sorprese e conferme. Questi i primi verdetti delle Final Eight di Calcio a 5 serie A2, in corso nel fine settimana al Pala Wojtyla di Marina Franca: avanti PesaroFano, Cristian Barletta, Prato e Milano; fuori dai giochi Policoro, Arzignano, Augusta e Block Stem Cisternino. Ai padroni di casa non bastano il caloroso tifo dei suoi supporters e l’entusiasmo per l’agognata promozione in serie A quasi raggiunta per superare i lombardi di Leandrinho e accedere alle semifinali.

La giornata. Il PesaroFano passeggia. Nel primo incontro, il quotato Italservice PesaroFano ha vita facile sull’Avis Borussia Policoro. Dopo lo 0-0 del primo tempo, i marchigiani, già promossi in serie A, dilagano nella ripresa con le reti del portiere Weber, direttamente dalla propria area di porta, Tonidandel e Hector. Il gol del 3-1 di Osvaldo per i lucani vale solo per le statistiche.

Miracolo Barletta. Tutta un’altra partita quella che vede lo scontro fra Real Futsal Arzignano e Cristian Barletta. I pugliesi, ultimi ad ottenere il pass per le Final Eight, giocano un gran primo tempo ma trovano un muro insormontabile nel portiere vicentino Urbani. Nella ripresa, girandola di emozioni: passa l’Arzignano con Santana, furibonda reazione del Barletta con la doppietta di Cristian. A meno di 5 minuti dalla sirena Major trova il gol del momentaneo 2-2. Mentre la partita sembrava destinata ai rigori, il pregevole colpo da biliardo di Garrote fa esplodere il tifo biancorosso. Il 3-2 finale conduce i barlettani in semifinale.

Prato di rigore. Finisce ai rigori, invece, la sfida fra Augusta e Prato. I toscani passano quasi subito con bomber Josiko ma Basso, con un gran gol sotto l’incrocio dei pali, agguanta il pareggio dopo appena 5′. Segue una lunga fase di studio della gara, interrotta bruscamente al minuto 27′. Jorginho segna per i siciliani ma non c’è tempo per festeggiare. Dopo appena 21” Mangione trova il gol del pareggio che fissa il risultato sul 2-2 finale. Dal dischetto Rosati, Josiko e Miani sono impeccabili per il Prato. L’errore di Bagatini costa l’eliminazione per l’Augusta.

Cisternino Shock, passa Milano. Dulcis in fundo la sfida più attesa. Pubblico delle grandi occasioni per il Cisternino, sulle ali dell’entusiasmo per il gran finale di stagione dei giallo-rossi con un piede e mezzo in serie A. Eppure per il quintetto di casa è subito black-out: dopo appena 6′ Milano è già avanti di due reti, con Esposito e Luciano Mendes. La reazione del Cisternino è furibonda ma scomposta. Le occasioni fioccano e la rete del momentaneo 1-2 arriva con Bruno, al termine di un’azione rocambolesca. Al 23’23” Baron approfitta di un’incredibile svista del portiere lombardo e porta i padroni di casa sul 2-2. Sembra fatta per la vittoria ma la lucidità dei giallo-rossi cala a vista d’occhio e i milanesi ne approfittano. La doppietta di Leandrinho chiude i giochi ed elimina il Cisternino dalla competizione.

Le semifinali. Questa sera vanno in scena le due semifinali. Alle 18 PesaroFano-Barletta, alle 20.30 Prato-Milano. Le due sfide saranno trasmette in diretta da Sportitalia TV.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.