Forza Italia: oggi il faccia a faccia Fitto-Berlusconi

0

Il giorno del chiarimento o quello della spaccatura? Oggi pomeriggio, alle 15:30 è previsto un infuocato ufficio di presidenza di Forza Italia, dove verranno analizzati i risultati delle elezioni regionali di domenica scorsa, ma soprattutto ci sarà il faccia a faccia tra Fitto e Berlusconi.

“Drammatico risultato”. Esordisce così Raffaele Fitto, europarlamentare pugliese e dirigente di Forza Italia, nel commentare la disfatta del partito di Silvio Berlusconi nell’ultimo turno elettorale. Con tutti gli alibi e le attenuanti del caso (il voto in un solo giorno… due sole Regioni coinvolte… la praticamente totale assenza di copertura mediatica…) Fi è stato il vero sconfitto. Uscito dalle urna con le ossa rotte, doppiato da Forza Italia ed incapace perfino di sembrare un vero e proprio partito.

“E sarà bene ricordare passo dopo passo tempi e modalità delle scelte che sono state compiute (con clamorosi errori) per definire le candidature e le alleanze” aggiunge.

“Dalle Europee a oggi, abbiamo perso 6 mesi – sottolinea Fitto – che dovevano servire (come proposto da tanti di noi) sia per un serio rilancio sui contenuti, sia per un rinnovamento interno guidato dal coinvolgimento dei cittadini e dal superamento del metodo antistorico delle nomine e delle cooptazioni. A questo punto, mi pare il minimo azzerare tutte le nomine, per dare il via a una fase di vero rinnovamento“.

“Basta con le nomine, quindi. Basta con i gruppi autoreferenziali – aggiunge – che hanno determinato in questi mesi una politica e una comunicazione inefficaci e prive di qualunque credibilità, bocciate senza appello dai nostri elettori. E soprattutto basta con una linea politica incomprensibile, ambigua, che oscilla tra l’appiattimento assoluto verso il Governo nei giorni pari, e gli insulti al Governo nei giorni dispari”.

E la replica non si fa attendere: “Fitto punta il dito – ribatte Giovanni Toti, consigliere politico di Forza Italia – ma è dirigente Fi da anni». Senza contare il tweet di Alberto Zangrillo, medico personale del Cavaliere, indirizzati direttamente all’ex governatore della Puglia: “Se fossi Berlusconi, io vi direi: quella è la porta”.

 

 

 

Condividi
Roberto Mastrangelo
Coordinatore Redazionale del progetto PugliaIn.net. Socio fondatore dell'Associazione Scritture Digitali, in passato giornalista per il Movimento, Roma, il Patto, il Resto, l'Indipendente, Puglia d'Oggi, Cerca la domanda scomoda da fare nel momento peggiore.

Nessun commento

Commenta l'articolo