Fratellini di Gravina: risarcimento per Pappalardi

2

Incarcerato ingiustamente ed accusato di un gravissimo delitto come quello dell’omicidio dei suoi due figli. Per Filippo Pappalardi adesso è arrivata una sentenza di risarcimento. La Corte d’Appello di Bari ha riconosciuto, infatti, 65 mila euro di risarcimento per ingiusta detenzione a Filippo Pappalardi, padre dei fratellini di Gravina Ciccio e Tore scomparsi il 5 giugno 2006 e trovati morti in una cisterna abbandonata in paese nel febbraio 2008.

Pappalardi fu arrestato il 27 novembre 2007 per sequestro, omicidio e occultamento di cadavere. Detenuto in carcere e poi ai domiciliari, tornò libero il 4 aprile 2008; l’autopsia accertò la morte dei fratellini per caduta accidentale in una costruzione cittadina abbandonata.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

2 Commenti

Commenta l'articolo