Gargano, imprese in ginocchio: verso lo stato di calamità naturale?

0

Imprese agricole e turistiche in ginocchio sul Gargano dopo l’incredibile ondata di maltempo che ha flagellato negli ultimi 4 giorni lo sperone d’Italia. Emerge la necessità bipartisan di dichiarare lo stato di calamità naturale dell’intera area e venire incontro alle attività produttive della zona, per sopperire in tempi rapidi ai danni di pioggia e fango.

A scattare un’istantanea sul difficile momento delle popolazioni del Gargano ci pensa la parlamentare del Partito Democratico Colomba Mongiello, che con un commosso intervento durante i lavori della Camera dei Deputati ha sottolineato come “Le imprese turistiche ed agricole chiedono interventi immediati. L’acqua ha sommerso villaggi turistici come i campi di pomodoro in piena fase di raccolta con perdita di lavoro e reddito; lidi balneari e campi di ortofrutta spazzati via in un solo istante. Vigneti e oliveti sono sott’acqua e rischiano di asfissiare”. La deputata PD si auspica che il Parlamento possa “supportare e stimolare il governo ad adottare quanto prima provvedimenti per risarcire e ristorare le imprese dai danni alluvionali ed evitare che il Gargano continui a franare”.

Il vice-presidente del Consiglio Regionale pugliese Nino Marmo, Forza Italia, sottolinea la necessità, da parte della Giunta Regionale, di “richiedere urgentemente lo stato di calamità naturale per ottenere, di conseguenza, la proroga del pagamento dei contributi previdenziali e delle scadenze fiscali. Gli interventi devono riguardare tutti i settori agricoli: cerealicolo, floricolo, ortofrutticolo, vitivinicolo ed in particolare, per la specificità del Gargano, la zootecnia. Deve essere questa l’agenda dei lavori dell’esecutivo pugliese per dare una risposta forte e concreta agli operatori che hanno subito danni ingentissimi a seguito dell’alluvione”.

Condividi
Laureato in Scienze della comunicazione, vive una condizione mentale-lavorativa a suo dire schizofrenica: cerca con insistenza di unire in un’unica professionalità il suo amore per il web e la scrittura. Ama la Puglia e per questo, nonostante le difficoltà ha deciso di restare qui.

Nessun commento

Commenta l'articolo