Il Consiglio dei Ministri approva il decreto su Taranto

1

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto su Taranto che prevede il passaggio del gruppo Ilva all’amministrazione straordinaria. Per la città di Taranto sono previsti fondi per le bonifiche, risorse per il Porto e per il Museo.

Matteo Renzi ha affermato in conferenza stampa: “Prevedo un intervento massimo dello Stato di 36 mesi per risanare l’Ilva e rilanciare l’Ilva – aggiungendo, parlando di Taranto – città troppo spesso umiliata dalla politica. L’intervento dello Stato avrà successo se sarà a tempo”. Il decreto è stato “l’atto più emozionante del consiglio dei ministri. La responsabilità ci chiama, e noi rispondiamo prendendo in faccia il vento che serve. Su di noi ricade di rimediare agli errori fatti in quella città che merita un grande diretto, investimento dello Stato italiano”.

Renzi ha detto che gli interventi previsti per Taranto ammontano a circa 2 miliardi. Trenta milioni saranno destinati al centro di ricerca sui tumori infantili dell’ospedale della Città. Fra Porto e Infrastrutture “sono già pronti 800 milioni”. Per adempiere all’Aia dell’Ilva il premier ha parlato di “circa un miliardo e qualche centinaio di milioni”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

1 commento

Commenta l'articolo