Ilva di Taranto, muore un operaio travolto da una fune, sciopero immediato

0

Un operaio della ditta di carpenterie metalliche Ferplast, società che lavora in appalto per l’ Ilva è morto travolto da una fune. L’incidente è avvenuto nel reparto Ima, al quarto sporgente del porto di Taranto gestito dal siderurgico. Secondo quanto riporta l’Ansa, fonti sindacali hanno affermato che durante il cambio funi per la macchina scaricatrice DM 6, un cavo sarebbe saltato durante la fase di ancoraggio della parte finale travolgendo Angelo Fuggiano, 28 anni e padre di due bambini, morto sul colpo.

Vani sono risultati i tentativi di rianimazione da parte degli operatori del 118. Sul posto anche vigili del fuoco, carabinieri, Guardia di finanza e ispettori del lavoro.

Dopo l’incidente, le segreterie territoriale Fim, Fiom, Uilm e Usb di Taranto hanno proclamato lo sciopero dei dipendenti diretti e dell’appalto dalle 11 di oggi fino a tutto il primo turno di domani.

L’azienda in una nota afferma che “sono in corso da parte dell’azienda tutte le indagini per poter risalire alle cause dell’evento”. L’Ilva esprime “profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Angelo Fuggiano e a tutti i suoi cari”.

 

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo