Immatricolazioni 2016 in Puglia: autocarri pesanti (+61,1%) e autobus (+19%) in crescita

0

Nel 2016 in Puglia le immatricolazioni di autocarri pesanti (e cioè con PTT – peso totale a terra – superiore a 16 tonnellate) sono aumentate del 61,1% rispetto al 2015. Sempre nel 2016 le immatricolazioni di autobus in Puglia sono cresciute del 19% rispetto all’anno precedente.

Questi dati derivano da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Aci, elaborazione che fornisce anche la graduatoria delle province pugliesi in base al tasso di crescita delle immatricolazioni di autocarri pesanti e autobus.

Come si vede nelle tabelle, nel comparto delle immatricolazioni di autocarri pesanti è Taranto la provincia che ha registrato l’aumento maggiore (+162,5%); a Taranto seguono Barletta Andria Trani (+139,7%), Lecce (+103,4%), Foggia (+67,8%), Bari (+31,9%) e Brindisi (+16,3%).
Nel comparto delle immatricolazioni di autobus vi sono tre province che fanno registrare dati negativi (Barletta Andria Trani, Brindisi e Taranto), mentre le province che fanno registrare dati positivi sono: Foggia (+172,7%), Lecce (+102, 7%), e Bari (+10,3%).

A livello nazionale nel 2016 le immatricolazioni di autocarri pesanti sono state 19.604, con un aumento del 36,1% rispetto al 2015. Sempre lo scorso anno le immatricolazioni di nuovi autobus nel nostro Paese sono state 3.172, con una crescita del 5,5% rispetto all’anno precedente.

“La crescita delle immatricolazioni di autocarri pesanti e autobus registrata nel 2016 – sottolinea Alessandro De Martino, amministratore delegato di Continental Italia – prosegue la serie positiva che ha avuto inizio nel 2015, dopo anni di cali importanti. Il settore dei trasporti pesanti però continua ad avere un forte bisogno di ricambio di un parco circolante ancora mediamente vecchio, ricambio che negli anni della crisi per evidenti difficoltà economiche le aziende di trasporto hanno rimandato a tempi migliori”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo