Indeco Conversano, è caccia alla Supercoppa. Babbo: “Puntiamo sul gruppo e sui nostri tifosi”

0

Indeco Conversano e Cassano Magnago: ancora loro, sempre loro. Dopo essersi giocate nella passata stagione sia lo Scudetto, sia la Coppa Italia, le due formazioni si ritroveranno domani per contendersi il primo trofeo di questa nuova annata, ovvero la Supercoppa Italiana. I precedenti sono quasi totalmente favorevoli alla formazione barese che, oltre ad aver vinto le ultime due finale, si è aggiudicata anche la finale Scudetto di due anni fa conquistando, proprio al PalaTacca di Cassano Magnago, il suo primo tricolore.

Ma i numeri, si sa, sono fatti anche per essere smentiti e proprio in virtù di questo in casa Indeco la concentrazione è altissima per presentarsi all’appuntamento nelle migliori condizioni psico-fisiche. I riflettori del PalaSanGiacomo si accenderanno alle ore 18.30 con un Conversano che, dunque, vorrà dare una caccia spietata alla sua terza Supercoppa Italiana consecutiva.

“Dobbiamo essere brave a mantenere alta la tensione per tutti i sessanta minuti di gioco perché il Cassano Magnago è una squadra molto forte, la conosciamo bene e sicuramente farà di tutto per vincere – spiega l’ala sinistra Giada Babbo (nella foto di Giuseppe La Guardia) – Da parte nostra c’è tanta carica e voglia di raggiungere questo obiettivo, potendo contare anche sull’entusiasmo mio, di Giusy Ganga e di Laura Celeste Rotondo che, con tutto il gruppo azzurro, siamo riuscite ad ottenere un ottimo risultato con la maglia della nazionale. Domani mi aspetto una bella partita tra due squadre molto forti. Per loro sarà di certo importante il ritorno di Ilaria Dalla Costa che rappresenta un punto di forza del Cassano, mentre per noi sarà sicuramente fondamentale il sostegno del pubblico e la consueta forza del gruppo. Alla fine credo che vincerà chi riuscirà a mantenere la mente lucida e a commettere pochi errori”.

La FIGH (Federazione Italiana Giuoco Handball) ha autorizzato la trasmissione in diretta della gara sul sito web www.lagazzettadelmezzogiorno.it.

Nessun commento

Commenta l'articolo