L’Anci Puglia chiede una proroga per i bilanci preventivi

0

Non sarebbe proprio normale, eppure in Italia funziona così. Siamo a settembre, ormai verso la fine, e per i Comuni italiani c’è ancora un mese di tempo per approvare il bilancio di previsione 2014. Ovvero lo strumento contabile in cui vengono stabiliti in via preventiva gli atti di previsione relativi ad un futuro bilancio. In soldoni il momento in cui si decide quanto spendere, come spendere e quando spendere per poter raggiungere un determinato risultato.

Di solito un atto che va fatto prima di spendere i soldi… essendo una programmazione. Ma in Italia, è noto, tutto è relativo, e quindi prima si spende (in regime di proroga) e poi si sana con una programmazione retroattiva… giusto per non sbagliare.

Se a questo si aggiunge, poi, che il Governo ci mette del suo, per esempio tagliando l’assegnazione 2014 del Fondo di Solidarietà Comunale, ovvero soldi che i Comuni avevano in programma di incassare nel 2014 e quindi di inserire nel bilancio come spese o investimenti, si capisce il caos più totale che c’è in molti uffici comunali in queste settimane.

In una nota inviata al presidente di Anci nazionale Piero Fassino, il presidente Anci Puglia Gino Perrone, ha chiesto un intervento urgente nei confronti del Governo per un differimento al 31 ottobre 2014 del termine per la deliberazione dei bilanci preventivi degli enti locali.

“Tale richiesta  – ha sottolineato Perrone – è motivata dalla situazione di grave incertezza e difficoltà nella gestione finanziaria in cui versano  molti Comuni pugliesi a causa del taglio sull’assegnazione 2014 del Fondo di Solidarietà Comunale. Rappresentando ancora una volta il forte disagio che proviene dai territori, confidiamo in una solerte e tempestiva azione di Anci nazionale, anche per il ripristino integrale del Fondo di Solidarietà Comunale, nel rispetto di quanto concordato in sede di Conferenza Stato-Città del 19 giugno scorso.”

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo