Legge regionale sulla caccia, ok in Commissione. Ora il testo arriverà in Aula

0

La II e IV Commissione della Regione Puglia hanno approvato con alcune modifiche ed il voto contrario del solo M5S il disegno di legge in materia di protezione della fauna selvatica omeoterma e del prelievo venatorio. Ai lavori ha partecipato l’assessore all’Agricoltura Leo Di Gioia.

Il provvedimento licenziato dalle due commissioni è il frutto del lavoro svolto dalla Giunta regionale con il ddl approvato che è stato integrato per alcuni aspetti dalla proposta di legge presentata da Donato Pentassuglia e Giandiego Gatta e arricchita con alcuni emendamenti presentati da Gianluca Bozzetti e da Enzo Colonna.

Il provvedimento adegua la normativa regionale preesistente (L.R. n. 27/1998) alle modifiche intervenute sia nel quadro normativo nazionale di settore che in relazione alla ripartizione delle competenze tre gli enti territoriali, a seguito della progressiva dismissioni di funzioni da parte delle Province. L’obiettivo è quello di creare un quadro di riferimento certo e aggiornato alle esigenze attuali per tutti i portatori di interessi.

Tra le innovazioni introdotte gli Ambiti territoriali di caccia (ATC) che la Regione fisserà, sentiti il Comitato tecnico regionale faunistico-venatorio e i comuni interessati, con l’obiettivo di rispondere a esigenze specifiche di conservazione e gestione delle specie di fauna selvatica indicate nel piano di settore. La perimetrazione degli ATC sarà soggetta a conferma o a revisione quinquennale. La conformazione degli ATC dovrà tendere in particolare a preservare l’unità delle zone umide e ad assicurare una equilibrata efficienza gestionale ed amministrativa.

“Ci sono voluti 20 anni per rinnovare il quadro normativo riguardante la caccia, adeguandolo alle leggi sopravvenute e alle direttive dell’Unione Europea. Ed oggi, finalmente, la legge è stata approvata dalle Commissioni II e IV. Certo, alcune disposizioni non sono quelle previste nella proposta di legge redatta dal sottoscritto e dal collega Pentassuglia, ma spero che si possano apportare ulteriori correttivi quando il provvedimento approderà in Aula consiliare. Per oggi, non possiamo che ritenerci soddisfatti”. Così il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta.

“Quanto approvato oggi – aggiunge – è il disegno di legge presentato dalla Giunta regionale successivamente alla presentazione del nostro testo, in buona parte aderente all’impianto della nostra proposta. Alcune difformità siamo riusciti a limarle con una serie di emendamenti, mentre altre potranno essere oggetto di modifica in Consiglio regionale. Nel complesso, però, si è fatto un significativo passo in avanti”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo