L’eleganza e la qualità di Chiara Civello e Nicola Conte

0
Foto Teatro Forma

Dare voce e musica al tempo ed allo spazio. Questo fa Chiara Civello accompagnata dalla band di Nicola Conte. E le date baresi del loro tour, portato in Puglia per la rassegna Around Jazz di Bass Culture, non hanno fatto eccezione. L’album ‘Canzoni’ ha preso vita, sul palco del teatro Forma, con Pietro Lussu al piano, Gaetano Partipilo al Sax e Flauto, Luca Alemanno al Basso, Dario Congedo alla Batteria e ovviamente con Nicola Conte alla chitarra.

Un’atmosfera intima, rilassata ed emozionante quella dell’esibizione al Forma. Brano dopo brano, Chiara Civello ha rivisitato i più famosi brani italiani con una interpretazione personalissima, quasi spirituale. Da Io che amo solo te a  Con una rosa, da Arrivederci fino a Il mondo, il duo Civello-Conte ha ripercorso la storia della musica nazionale senza lasciare spazio alla banalità e al semplicismo. Belli gli arrangiamenti in chiave jazzistica e straordinaria la prestazione canora della Civello che riesce a dare senso ad ogni singola lettera che pronuncia (arte molto rara nella musica contemporanea). La Civello ti canta e ti lascia pensare al significato di ogni parola, di ogni espressione contenuta nei testi.

Qualità. Questa la parola principe della serata. Eleganza e raffinatezza riversate in brani che spesso si limitano ad essere fischiettati in auto quando si va al lavoro. E invece l’altezza artistica della cantante e dei musicisti è stata proprio questa: ricolmare quel vuoto che c’è tra nota/parola e pensiero. Difficile, ma non raro, trovare gente che lo sappia fare con naturalezza. E Bari per un paio d’ore ha avuto l’onore di poter assistere, e immergersi, in questa aura di qualità e saggezza.

Condividi

Nessun commento

Commenta l'articolo