L’Enel Brindisi presenta il suo nuovo gioiello Jacob Pullen

0

Cambio di stranieri in casa Enel Brindisi. Dopo la rescissione consensuale con il play statunitense con passaporto giamaicano Sek Henry, passato a Capo d’Orlando. “Al giocatore va il ringraziamento – si legge in una nota ufficiale della società brindisina – per l’impegno profuso in ogni allenamento e in ogni gara disputata”.

Intanto, in previsione della prossima gara interna contro il Bologna, in programma domenica pomeriggio al Palapentassuglia di Brindisi, ieri c’è stata la conferenza stampa di presentazione del nuovo straniero appena ingaggiato, Jacob Pullen playmaker di 185 cm. per 85 kg. di peso.

Il giocatore, nato a Maywood (Illinois) il 10 novembre 1989, con passaporto georgiano, è un point-scorer con grandi doti realizzative: è il miglior marcatore di tutti i tempi di Kansas State, il college da lui frequentato. Inizia la sua carriera professionistica in Italia, con Biella nel 2011/2012, dove registra, di media, 16 punti, 3 assist e il 34% da tre. Nella stagione successiva firma con l’Hapoel Gerusalemme giocandoci fino a marzo 2013 con 13 punti di media e 3 assist. Termina l’annata sportiva con la Virtus Bologna, riuscendo a raggiungere la salvezza in Lega A con medie impressionanti: 22,4 punti, 1,6 palle recuperate e 47,8 % da tre punti in 8 partite.

Nel 2013/2014 viene ingaggiato in Spagna dal Regal Barcellona, con il quale ha partecipato alle Final Four di Eurolega e vinto il campionato spagnolo, frantumando il record di triple realizzate in una partita, precedentemente stabilito da Oscar Schmidt, con 12 su 15 dai 6,75 m. Questa stagione, dopo una brevissima parentesi in Cina, firma con il Siviglia, realizzando 12 punti di media in 8 partite, lasciando la squadra ad inizio novembre per approdare a Brindisi.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo