Boxe: Lezzi a Bari per sognare il titolo IBF del Mediterraneo

0

È stato presentato ieri mattina a Palazzo di Città, alla presenza dell’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli e del presidente del Coni Puglia Elio Sannicandro, l’incontro di boxe valido per il titolo IBF del Mediterraneo dei pesi Superwelter, in programma a Bari il 14 febbraio prossimo, e che vedrà protagonista il pugile barese 25enne Francesco Lezzi, al primo titolo in carriera da professionista. All’incontro è intervenuto anche il maestro del pugile, Pietro Sgaramella.

“Questo evento sportivo – ha dichiarato l’assessore Petruzzelli – sancisce il ritorno della boxe professionistica in Puglia e nella nostra città, salutato con entusiasmo dall’amministrazione comunale. Tra l’altro, Francesco è nato e cresciuto, esattamente come me, nel quartiere Libertà, negli spazi intorno alla chiesa del Redentore. Ritengo che la disciplina della boxe sia in grado di incanalare energie ed emozioni come rabbia, caparbietà, furore agonistico e voglia di riscatto in senso positivo. Spero che Francesco, con le sue imprese, diventi un modello per tanti giovani baresi”.

Francesco Lezzi ha ricordato i primi incontri della sua carriera, l’incredibile match di due anni fa contro il campione del mondo WBI Latino, Tobia Loriga, che lo ha lanciato nell’orbita professionistica; gli ultimi incontri, che lo hanno visto misurarsi con coraggio con noti pugili a livello nazionale, e che gli sono valsi cinque vittorie, quattro sconfitte e un pari: “Intanto – ha detto – pensiamo a vincere il Mediterraneo IBF, poi potrò concorrere per il titolo italiano e poi… chissà”.

“Sono pronto e per me è una grandissima emozione – dice Lezzi a margine della presentazione del suo match – l’importante è mantenere la preparazione atletica. Passerò il Natale ad allenarmi per prepararmi al match davanti al mio pubblico”.

Ancora non si conosce il nome dell’avversario. La federazione internazionale IBF lo sceglierà a breve. Di certo c’è l’entusiasmo di un giovane che proverà, nella sua città, a conquistare il primo titolo importante della sua carriera.

“Vedere un giovane barese – ha osservato Sannicandro – con tanta grinta e tanta voglia di affermarsi è significativo per la nostra terra. Ancora più significativo è che si stia parlando di boxe, cioè di uno sport affascinante e molto antico, che io reputo un ottimo strumento educativo e un elemento fondamentale per le politiche sociali di un territorio complesso come il nostro”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo