L’Hobbiton seduce e conquista Barletta

0

Nell’ultimo fine settimana la Puglia è diventata il luogo d’incontro per tutti gli appassionati di  J. R. R. Tolkien, geniale autore della celebre saga del Signore degli Anelli e creatore della mitica “Terra di Mezzo”. A Barletta è andata in scena la ventunesima edizione di Hobbiton, il più importante appuntamento annuale legato all’universo tolkeniano, una vera e propria fiera che richiama appassionati da tutto il mondo e che anche quest’anno si è rivelata essere un autentico successo.

Ben dodicimila visitatori hanno letteralmente invaso il Castello di Barletta nei tre giorni della manifestazione, partecipando alle numerose iniziative culturali offerte dall’organizzazione; dibattiti, concerti, sfilate in costume, spettacoli teatrali si sono succeduti alle attività più prettamente ludiche, come le “sfide a singolar tenzone”, tornei di giochi di ruolo, cacce al “tesssoro”.

L’evento barlettano di Hobbiton, che si è trasformato a tutti gli effetti in una festa sia per i fan che per i profani, ha richiamato nella suggestiva Piazza d’armi del Castello una marea di curiosi che hanno potuto, così, conoscere meglio la vita e la produzione di uno dei più grandi e famosi autori del XX secolo, padre indiscusso del genere fantasy, anche visitando i numerosi stand preparati per l’occasione che hanno offerto un vasto campionario di fumetti, libri, oggettistica ispirati dai personaggi e dalle storie del Signore degli Anelli.

Nelle sale del polo museale del Castello, già sede del Museo Civico cittadino, è stata inoltre allestita Dama Collection – Middle Earth Inspired Art. Uno Sguardo sulla Terra di Mezzo, una mostra realizzata in collaborazione con il Greisinger Museum di Jenins, in Svizzera, nella quale sono state esposte le opere originali di pittori e disegnatori di livello internazionale come Alan Lee, Ted Nasmith, David Wenzel, Stephen Hickman, The Brothers Hildebrandt, Tim Kirk, Angus McBride, Donato Giancola, Chris Achilleos, Ralph Bakshi, Angelo Montanini, Piero Crida, Linda e Roger Garland.

I coniugi Garland – e lo stesso Crida – sono stati anche gli ospiti d’onore della rassegna, come d’altronde molti altri esperti e studiosi del magico mondo nato dalla mente di J. R. R. Tolkien, richiamati a Barletta da una manifestazione che ha riscosso un successo (forse) inatteso ma sicuramente meritato.

E’ stata l’occasione per molti collezionisti per confrontarsi ed ammirare preziose e rare edizioni della produzione tolkeniana, scambiarsi pareri ed esperienze e rinverdire una passione, quella per i libri, che riesce a raggiungere livelli di complessità ed eccellenza di vero interesse artistico e culturale.

Infine, ma non per ultimo, la gara dei cosplay ha messo in mostra elfi, orchi, nani e guerrieri. Sembrava di essere proprio nella terra di mezzo. In molti hanno visto, sfuggente e veloce tra le mura del castello di Andria, anche qualche orchetto alla ricerca dell’ultimo e prezioso anello.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo