Lilt, si inaugura domani a Bari il Poliambulatorio

0

Continua la scalata alla cura e prevenzione dei tumori che da anni e su tutto lo stivale la LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) affronta. Questa volta innestando la bandiera di un nuovo successo rappresentata da una nuova struttura sanitaria.

Domani mattina, 12 settembre inaugurerà, infatti, il nuovo Poliambulatorio della Città Metropolitana.

Per l’occasione il ministro alla Salute, Beatrice Lorenzin,  sarà a Bari dalle ore 10.30, in corso Italia 183/189 insieme al presidente della Regione, Nichi Vendola, e il sindaco di Bari, Antonio Decaro.

Il nuovo male è ormai una vecchia conoscenza dei nostri tempi, benché l’eziopatologia di molte forme metastasiche non sia ancora nota.

Un’area di 400 metri quadri per continuare a garantire strutture, apparecchi e professionalità tese alla diagnosi e prevenzione delle patologie tumorali, come da sempre la LILT, ma in un ambiente  più ampio, in cui troveranno posto innovazione e nuovi servizi. Tra gli altri un centro di riabilitazione fisica, psicologica e sociale e occupazione. Un supporto destinato alle esigenze diverse dei cittadini e destinate a tutte le classi sociali; un modo nuovo per garantire al paziente    una chiave d’accesso al problema, le opzioni per affrontarlo fornirgli performance per ottimizzare la qualità della vita.

“Questo nuovo Poliambulatorio – spiega il presidente nazionale della LILT, Francesco Schittulli – si inserisce nel  più ampio riassetto della Lega a livello nazionale. Quello di Bari-Città Metropolitana è destinato a diventare uno dei tre centri di eccellenza che la Lilt ha sul territorio nazionale. Sicuramente il più importante nel Meridione, gli altri due sono a Roma e a Biella. Non una scelta casuale, ma abbiamo avvertito l’esigenza di offrire ai cittadini di Terra di Bari servizi sanitari che non sempre si riescono ad ottenere. Abbiamo voluto, accanto all’opera di prevenzione che la Lilt ha come obiettivo primario, colmare un vuoto e dare risposte concrete a problemi di salute. Tutto questo, però, non sarebbe stato possibile senza il prezioso apporto quotidiano, tanto silenzioso quanto ricco di passione, di soci-volontari che operano e credono nella Lilt di Bari”.

La benedizione dell’edificio sarà affidata all’arcivescovo di Bari Francesco Cacucci.

Condividi
Maria Pia Ferrante
Nata a Bari nel 1982, laureata in Farmacia, è insegnante e pubblicista. Appassionata di cinema e musica, vivrebbe ovunque purché davanti un palco o un grande schermo. Mischia cucina e alchimia. Sunset victim; rock fanatic. Girovaga per festival e si commuove sempre sulla sigla di Fuori Orario

Nessun commento

Commenta l'articolo