Martina Franca: il Majorana come eccellenza formativa

0
Premio Schneider Electric - il premio ritirato dai rappresentanti dell'Istituto Majorana di Martina Franca

Esempi di eccellenza nella scuola pugliese ce ne sono tanti. Istituti che offrono una approfondita formazione scolastica e, al tempo stesso, progetti operativi, di integrazione con il mondo del lavoro e di alta formazione.

Dallo scorso primo settembre  “E. Majorana” di Martina Franca, in contrada Pergolo,  è un Istituto d’Istruzione Superiore  inteso come istituto in cui coesistono indirizzi diversi: il Liceo, il Tecnico ed il Professionale.

Anna Ausilia Caroli è l’attuale dirigente in carica dall’anno scolastico 2011/12. Il Majorana con oltre 110 docenti che  partecipano alla rete nazionale Book In Progress, che prevede libri di testo, cartacei ed elettronici, scritti dagli stessi docenti a costi ridotti,  accoglie alunni residenti nelle province di Taranto, Bari e Brindisi.

Nella scuola sono presenti gli indirizzi tecnici di Elettronica e Elettrotecnica, Informatica e Telecomunicazioni, Chimica, Materiali e Biotecnologie, il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate, i Corsi Serali Sperimentali ‘Sirio’,  gli indirizzi professionali di Manutenzione e Assistenza Tecnica (Meccanica) e di Produzioni Industriali e Artigianali (Moda).

Frutti ce ne sono da presentare e si corre il rischio di dimenticarne qualcuno. Riportiamo di seguito quelli che hanno avuto un riconoscimento ufficiale; alcuni travalicano i confini nazionali.

Un gruppo di 10 ragazzi, di cui 4 ex alunni, Giuseppe Scarano, Antonio Zaccaria, Marco Di Munno e Vito Camarda, attualmente iscritti all’Elis, un centro di formazione che ha sede a Roma, è arrivato nella fase finale di una gara di programmazione a livello mondiale organizzata dalla Nasa che prevedeva di svolgere in 36 ore (senza interruzione) nuove idee di sviluppo che potessero agevolare il lavoro della stessa Nasa.

Alberto Chiarelli della 2°Bt , è stato premiato per essersi classificato primo nella selezione provinciale delle Olimpiadi di Matematica.

Il progetto presentato al concorso nazionale Schneider Electric “Green Technologies Award 2014”, si è classificato primo tra i 50  presentati da 44 istituti tecnici di tutta Italia (l’immagine di copertina si riferisce al ritiro del premio). È stato presentato da un gruppo di 5 studenti (Nicola Di Carolo e Luigi Rossano della 4°B Elettronica – Giovanni Lovecchio, Emanuele Manigrasso e Cosimo Carbotti della 4°A Elettrotecnica) guidato dal docente di Tecnologie e Progettazione di Sistemi elettricil’ing. Donatello Olivieri, direttore del Dipartimento di Elettronica ed Elettrotecnica, esperto di “analisi ed ottimizzazione dei consumi elettrici aziendali”.

Ancora  un altro primo premio nazionale è arrivato allo studente Francesco Bruno, nella categoria sensibilità sociale, del concorso nazionale “Creare con L’Elettronica”Settima Edizione 2013-2014 a Napoli. Il suo progetto AndroPrint consiste in un braccio meccanico che scrive un testo su una lavagna bianca, ricevuto via bluetooth da uno smartphone.

Lo studente Angelo Notarnicola,  allo stesso concorso, ha presentato Ardusynth un generatore di effetti tipici dei game degli anni 80′. Generatori oggi molto usati anche nella musica elettronica . Il prof. Fedele Martucci, che ha seguito gli studenti nella partecipazione al concorso, ha comunicato che il concorso non potendo assegnare due primi premi alla stessa scuola, ha assegnato la “Menzione di Merito” al progetto Ardusynth.

di Vito Piepoli

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo