Molfetta è ancora Exprivia: parla capitan Kooistra

0

Il marchio di Exprivia e l’ambizione della Pallavolo ai massimi livelli prosegue il percorso iniziato a Molfetta. Per il terzo anno di seguito infatti, Exprivia, società di servizi quotata in Borsa che si occupa di progettazione e sviluppo di tecnologie software innovative e di prestazione di servizi IT per il mercato bancario, medicale, industriale, telecomunicazioni e pubblica amministrazione, sarà main sponsor della Pallavolo Molfetta.

Un binomio che ha già portato bene alla squadra di volley maschile, che anche quest’anno prenderà parte alla massima serie del campionato nazionale.

“Per noi è un motivo di grande soddisfazione – afferma Domenico Favuzzi, presidente di Exprivia Spa – perché crediamo fermamente nei valori veicolati dallo sport, come fonte di promozione sociale e di valorizzazione commerciale. Vedere il nostro nome diffondersi nelle piazze che hanno fatto la storia della pallavolo mondiale, è qualcosa di assolutamente significativo. Speriamo che questa bella coppia, Exprivia e Pallavolo, continui a riservare reciproche soddisfazioni”.

Fiori all’occhiello (non ce ne vogliano gli altri acquisti del sodalizio molfettese) di questa stagione sono, senza dubbio, l’allenatore turese Vincenzo Di Pinto, tornato ad allenare nella sua Puglia, e l’ultimo acquisto Wytze Kooistra, opposto olandese.

“Lavorare, lavorare e lavorare – sono state le prime parole di coach Di Pinto – senza porci troppi obiettivi. È tutto ciò che dobbiamo fare, dando tutto in allenamento e in partita. Senza dimenticare, orgogliosamente, che siamo l’unica squadra del sud Italia capace di confermarsi a questi livelli nonostante il difficile periodo economico”.

“Sono pronto per cominciare questa nuova avventura – ha detto il nuovo opposto molfettese – e sono convinto che molto bene si possa fare. Troverò un gruppo di giovani compagni, che non mancheranno di dar battaglia su ogni campo della serie A”.

E proprio a Kooistra è stata subito affidata la fascia di capitano della Exprivia. Dal Campionato Polacco all’Italia, con la stessa voglia di vincere e sorprendere. E con una motivazione in più, se vogliamo, proprio in quanto capitano.

Due settimane di preparazione atletica, come vanno le cose in campo per te e per la squadra?

Finora abbiamo effettuato un lavoro finalizzato soprattutto alla prevenzione degli infortuni. Di certo è emersa grande volontà di lavorare. In questa squadra non manca l’impegno. Adesso arriva il momento della valorizzazione del talento e delle qualità.

Con un “martello” come mister Di Pinto…

Un lavoratore incredibile, estremamente attento ai dettagli tecnici. Con lui sono certo che riusciremo a migliorare davvero tanto.

A che punto è la condizione di Kooistra?

Per me è stata un’estate strana, senza Nazionale. Ho comunque lavorato per farmi trovare pronto, ma non è la stessa cosa. Diciamo che, facendo delle percentuali, sono al 70-80%.

Un primo giudizio di Molfetta?

Mi piace molto, il centro storico è bellissimo. Devo essere onesto: non mi aspettavo fosse così grande e con così tante attrattive, sia artistiche che commerciali. E poi c’è il clima estremamente accogliente. Acquazzoni di questi giorni a parte, c’è sempre il sole.

Condividi
Roberto Mastrangelo
Coordinatore Redazionale del progetto PugliaIn.net. Socio fondatore dell'Associazione Scritture Digitali, in passato giornalista per il Movimento, Roma, il Patto, il Resto, l'Indipendente, Puglia d'Oggi, Cerca la domanda scomoda da fare nel momento peggiore.

Nessun commento

Commenta l'articolo