Monopoli, le foto-trappole “pizzicano” gli sporcaccioni che abbandonano i rifiuti

0

L’abbandono di rifiuti è un atto di grande irresponsabilità, che spesso provoca un danno di natura ambientale molto grave. L’Ambiente, la Salute e il Paesaggio sono beni tutelati dalla nostra Carta Costituzionale, e la loro protezione è un obiettivo primario delle Istituzioni e dei cittadini. Abbandonare i rifiuti, oltre ad essere un atto di inciviltà e illegalità (nei casi più gravi il comportamento è ritenuto un reato), rappresenta un danno per la collettività, ricadendo lo smaltimento sulle tasche dei cittadini che pagano le tasse.

Per questo motivo da qualche mese il Comando della Polizia Locale di Monopoli, su esplicita richiesta del Sindaco Emilio Romani e del consigliere delegato alla Polizia Locale Massimo Mastronardi, ha intensificato i controlli sul territorio, facendo anche uso di videocamere nascoste, che si affiancano al normale servizio in abiti civili. 

I risultati di questa caccia all’incivile non si sono fatti attendere: nella mattinata del 21 ottobre scorso il Nucleo Ecologia e Ambiente del Comando Polizia Locale di Monopoli, coordinato dal Tenente Antonio Bruno, è intervenuto in via Baione nei pressi degli Oleifici Italiani per numerosi rifiuti indifferenziati abbandonati lungo la strada. A seguito dei numerosi servizi mirati anche in borghese effettuati lungo il territorio anche servendosi di microspie in dotazione gli Operatori hanno individuato e sanzionato a norma di legge delle Ditte di Monopoli e Triggiano responsabili dell’abbandono di rifiuti indifferenziati su suolo pubblico, tra cui numerosi cartoni.

Un ulteriore risultato è stato quello di aver sanzionato, con il relativo obbligo del corretto smaltimento, i proprietari di due personal computer riversati sul ciglio stradale: grazie alle indagini e alle immagini riprese, gli uomini del nucleo ecologico sono risaliti all’identità dei due proprietari dei pc abbandonati insieme ad altri ingombranti che verranno anch’essi puniti a norma di legge.

“La nostra attenzione è puntata sull’abbandono dei rifiuti su tutto il territorio. Con le telecamere nascoste stiamo monitorando i siti più utilizzati dai miserabili che scaricano rifiuti, anche speciali o pericolosi, tipo l’eternit. La tutela dell’ambiente è una priorità della Polizia Locale a tutto vantaggio degli interessi della nostra collettività. Chiediamo una mano ai cittadini, che ci segnalino, anche con filmati, i gravi episodi di inciviltà perpetrati ai danni dell’ambiente e delle loro tasche. La sanzione, se non punita penalmente, può arrivare sino a € 500,00 con l’obbligo di rimuovere e smaltire correttamente i rifiuti”, commenta il Comandante del Corpo di Polizia Locale Michele Cassano.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.