Monopoli, spinto sugli scogli, muore un anziano. Forse una stupida bravata

0

Non una rapina finita male, non una tragica fatalità o un malore, ma una vera e propria stupida bravata di alcuni ragazzini sarebbe la causa della morte di un anziano che, nella giornata di ieri, è stato spinto in mare a Monopoli, in località ‘Cala Verdegiglio’. Per la vittima non c’è stato nulla da fare dopo il violento impatto sugli scogli dopo un volo di un paio di metri.

E’ questa l’ipotesi al momento più accreditata: uno scherzo finito male che è costato la vita al 77enne Giuseppe Dibello, spinto ieri pomeriggio – da due giovanissimi – dagli scogli a Monopoli e morto annegato. La ricostruzione dei fatti è stata fatta anche grazie alle dichiarazioni dell’anziano amico della vittima che era insieme a lui al momento dell’aggressione e che, per fortuna, si è salvato, dopo esser finito in acqua.

Stando a quanto raccontato dall’uomo che si trovava insieme con Dibello, tuttora ricoverato in stato di shock, e come confermato anche dalle immagini di alcune telecamere di videosorveglianza della zona, i due anziani sarebbero stati seguiti da due ragazzini che avevano incontrato in un bar fino sulla scogliera. Sarebbero poi stati aggrediti durante un diverbio, i cui motivi non sono ancora chiari prima di essere scaraventati giù dagli scogli.

Nella notte i Carabinieri di Monopoli hanno interrogato anche due ragazzi di 17 anni, nell’ambito delle ricerche tese ad individuare i responsabili dell’assurda aggressione ai due anziani.

 

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo