E’ morto Paolo Laterza, storico presidente della casa editrice barese

0

E’ morto oggi all’etù di 89 anni Paolo Laterza, avvocato ed editore barese, fratello di Vito, direttore editoriale della casa editrice Laterza, e padre di Alessandro e Maria, che sono attualmente alla guida della stessa.

Paolo Laterza ha vissuto da protagonista la transizione della Laterza in una SpA, e fu difensore strenuo della baresità della casa editrice quando era ormai data per certa l’acquisizione della stessa da parte della Rcs.

Con la scomparsa di Paolo Laterza Bari perde certamente un punto di riferimento culturale ed intellettuale.

Ha ricoperto la carica di presidente della Laterza per vent’anni, fino al 1997. Ha ricoperto il ruolo di componente del Consiglio superiore della Banca d’Italia d è stato un punto di riferimento per l’Istituto pugliese per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea.

“Oggi Bari piange la scomparsa di Paolo Laterza – ha detto il sindaco di Bari Antonio Decaro – la sua è la storia di chi ha dedicato tutta la vita a coltivare uno dei patrimoni culturali più importanti della nostra città, più che un’azienda, un simbolo”. E sulla stessa linea anche il commento di Michele Emiliano: “Se ne va un pezzo nobile della cultura italiana, esempio brillante della migliore imprenditoria pugliese. Nel suo impegno professionale ha saputo trasferire la sua passione per la cultura e per i valori della democrazia e, attraverso lo strumento dell’editoria, riuscito a imprimere una forte occasione di crescita e di emancipazione”.

Condoglianze espresse anche da Francesco Paolo Sisto, parlamentare barese di Forza Italia: “Paolo Laterza apparteneva a pieno titolo alla schiera dei  ‘grandi uomini di una volta’. Con lui scompare un protagonista dell’editoria italiana nonché un avvocato civilista illustre e pacato, raffinato nei rapporti personali e arguto nelle tesi giuridiche. Un esempio per le toghe baresi e non solo; un maestro per le generazioni più giovani. Il nome e il ricordo di Laterza entreranno a pieno titolo nella storia della nostra Città ed oltre”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.