Natale, la navitità nella “Betlemme” ricreata a Specchia

0

E’ giunto alla nona edizione “IL PRESEPE VIVENTE NEL BORGO DI SPECCHIA”, organizzato dall’Associazione Culturale Sportiva “Eugenia Ravasco”, dal Comune di Specchia, dalla Parrocchia “Presentazione della Vergine Maria” di Specchia.

Un presepe che sarà inaugurato alle ore 17.00 del giorno di Natale, alla presenza di Sua Eccellenza Mons. Vito Angiuli, Vescovo di Ugento – S. Maria di Leuca, e delle autorità locali, e che si potrà visitare nelle serate del  25, 26 e 30 Dicembre 2016 e del 1° e 6 gennaio 2017 dalle ore 17.30 alle 21.00. In caso di pioggia aperture straordinaria il 29 dicembre e 3 gennaio.

Iil 30 dicembre e il 6 gennaio, quando l’UNITALSI accoglierà e guiderà i diversamente abili, nell’emozione del presepe vivente, mentre il 26 e 30 Dicembre, i ragazzi diversamente abili, ospiti della “Casa per la vita Ariete” di Ruffano, saranno i protagonisti e animeranno la scena della Corte di Erode.

Un evento organizzato grazie alla collaborazione e alla partecipazione dei sodalizi di Specchia:A.S.D. Bambin Gesù, la Palestra Sport e Fitness Center, l’Apostolato della Preghiera, l’Azione Cattolica, le Catechiste, la LILT, la Pro Loco, il Gruppo delle Vincenziane, gli Agorà Canti Antichi, le Confraternite di S. Antonio da Padova e della Madonna Assunta in cielo, il Gruppo di Minoranza consiliare, le Coppie di sposi cristiani e l’Associazione “S. Nicola di Myra”.

Da nove anni Specchia si trasforma in una piccola Betlemme, anche quest’anno grazie alla IX edizione del “Presepe Vivente nel Borgo”, un gioiello della spiritualità salentina. Grazie alle 40 scene che saranno animate, ogni angolo del borgo risalente al XVI secolo e giunto intatto fino a noi con le corti, vicoli e viuzze, avrà un’atmosfera magica con giochi di luci e ombre. Sarà ricostruita la natività di Nostro Signore riportando in vita ambienti e personaggi antichi, lungo un percorso che con partenza da Piazza Sant’Oronzo culminerà nell’originale stalla allestita nell’atrio di Palazzo Risolo, in Piazza del Popolo, dove sarà possibile riscaldarsi con la “focaredda”.

Oltre 200 figuranti daranno vita alle scene bibliche: dall’Annunciazione alla visita di Maria a Sant’Elisabetta, al Matrimonio, alla Sinagoga e gli Scriba, ma anche le varie botteghe, per un evento che valorizzerà varie figure dell’artigianato di una volta, come i “cannizzi e panari”, la cardatura e filatura, le ricamatrici,il bottaio e il mosaicista. Un viaggio tra i sapori tipici, con il forno con le calde puccette con le olive e l’oste che offre vino agli avventori, insieme a calde pittule e al “pane rustutu” condito con olio.

photograficom-di-matteo-schiavo6L’ingresso di Betlemme, ospiterà l’accampamento dei centurioni romani dell’Associazione culturale “Legio II Augusta” di Lizzanello, i quali alle ore 19.30 di ogni sera,  simuleranno un combattimento, mentre un gruppo di pastorelli, intonando canti natalizi, percorrerà l’itinerario. Ogni nuova edizione accoglie le idee e le iniziative che nascono durante tutto l’anno, permettendo così di migliorarsi con nuovi personaggi, rinnovando la curiosità e la soddisfazione dei visitatori.

Molti coloro che, grazie anche alla rete della “Città dei Presepi”, hanno già contattato gli organizzatori per visitare un presepe ricco di novità: con un ruscello in Piazza del Popolo con l’acqua che scorre, dove nei pressi il 30 dicembre sarà possibile ascoltare le Launeddas, grazie allo scambio culturale – musicale tra il Salento e la Sardegna con l’esibizione del trio Argin proveniente dal Sulcis, le sonorità sarde si fonderanno con l’atmosfera del Presepe. Lo stesso giorno in Piazza del Popolo alle ore 20.00, un quintetto di fiati degli studenti del Conservatorio “T. Schipa”, con musiche di Strauss, Tchaikovsky, Johnson, Kearns e Morricone e allo stesso orario a Capodanno si esibirà il Coro Gospel “Joy Choir” diretto da Dionisia Cassiano e Domi Siciliano, mentre il 26 Dicembre e il 1 e 6 Gennaio, lungo il percorso del presepe, colonna sonora musicale con gli zampognari.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.