Ncd scioglie la riserva: “E’ Schittulli il nostro candidato”

0

Sciolte le riserve, stamattina è arrivato l’annuncio ufficiale. Il Nuovo centrodestra sosterrà Francesco Schittulli alle prossime elezioni regionali. Dopo giorni di incertezze e tavoli di coalizione senza esito, oggi la riunione della dirigenza regionale del partito di Angelino Alfano, con l’annuncio ufficiale.

“Dopo l’esito delle primarie in Puglia, sarebbe irresponsabile lasciare il candidato scelto dalla sinistra senza un concorrente adeguato – si legge in una nota del Nuovo Centro Destra-  Il Nuovo Centrodestra, dunque, scioglie la sua riserva aderendo alla candidatura del professor Francesco Schittulli, espressione dei principi cristiano-popolari e liberali che costituiscono un patrimonio alternativo alla sinistra”. “L’auspicio – aggiunge Cassano – è che questa scelta possa essere al più presto condivisa da altre forze, in particolare da quelle che in Europa fanno riferimento alla famiglia popolare”.

E dal Gruppo regionale gli fanno eco i consiglieri, capeggiati da Antonio Camporeale.

“Esprimiamo piena condivisione e consenso alla candidatura – espressa stamane dal Coordinamento regionale del NCD – come Presidente della Regione Puglia del prof. Francesco Schittulli, per una coalizione di forze moderate espressione e traduzione dei valori e dei principi del Partito Popolare Europeo.

“Una figura di eccellenza – sottolinea il gruppo consiliare – nel panorama regionale, che ha dato eccellente prova di sé sia nella sua professione che nella sua precedente esperienza amministrativa, in grado di calamitare consensi e diventare solido elemento di aggregazione in un progetto di chiara alternativa al governo delle sinistre che ha prodotto solo macerie negli ultimi dieci anni di totale disamministrazione, e che ha determinato emergenze su emergenze in comparti di fondamentale importanza per la comunità pugliese. Invitiamo allora tutte le forze chiamate responsabilmente a contrapporsi a un centrosinistra trasformato da Michele Emiliano in un mero cartello elettorale (‘con la seduta odierna di Consiglio regionale e i lavori nelle Commissioni su leggi e proposte di grande importanza per il rilancio di comparti alla deriva, come quella sulla proroga del Piano Casa inerente l’edilizia, per fare solo un esempio, che hanno evidenziato come Pd e Sel parlino ormai lingue differenti’ sottolinea il vicepresidente del Gruppo Domi Lanzilotta), a esprimersi nel merito e in tempi non più rinviabili sulla candidatura da noi raccolta e rilanciata. Per affrontare con coraggio ed entusiasmo una sfida difficile ma da vincere nell’interesse della Puglia e dei pugliesi, attraverso un chiaro e analitico programma all’insegna della proposta e del riscatto che sappia mettere in luce l’opera di demolizione operata dai governi a guida Sel-Pd (e quindi Vendola-Emiliano); la mancanza di omogeneità, condivisione e orientamenti comuni di una coalizione che nella campagna per le primarie appena conclusa ha offerto all’opinione pubblica tutto il repertorio immaginabile di liti, frizioni, spaccature e lacerazioni; e la necessità di un radicale cambiamento. Senza ambiguità e tentennamenti, e senza concedere un prezioso vantaggio a un avversario già da mesi ormai in campagna elettorale”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo