Negozi cinesi passati al setaccio: alimenti scaduti, grappa finta, 18 persone denunciate

0

Una vasta operazione della Guardia Forestale in tutta la Puglia ha permesso di scoprire un vasto giro di truffa in commercio e somministrazione di alimenti pericolosi per la salute pubblica: Liquori cinesi a base di alcol, zucchero e aromi venduti come grappa, alimenti scaduti, spesso privi di etichette che ne consentissero la tracciabilità. Questo è quanto hanno scoperto gli uomini del Corpo forestale dello Stato passando al setaccio oltre 50 attività commerciali cinesi, tra negozi all’ingrosso e ristoranti, nelle province di Bari, Foggia, Taranto e Bat.

Usavano alcol, acqua, zucchero e aromi al ginseng, riso, prugna, rosa e bambù come base per liquori cinesi venduti al pubblico come grappa; un ristorante cinese di Trani era infestato da blatte, formiche e zecche.

Sono 18 le persone denunciate dalla Forestale per frode in commercio, detenzione e somministrazione di prodotti alimentari pericolosi per la salute pubblica e detenzione di alimenti sudici e invasi da parassiti.

Nel corso dell’operazione, gli uomini del Nucleo tutela regolamenti comunitari hanno sequestrato 2000 bottiglie di liquori cinesi venduti come grappa, oltre a un ingente quantitativo di vari prodotti alimentar. Tra questi carne di maiale, di anatra, di bovino, di pollo nero, pesce, salami, formaggi, pasta fresca, frutta secca, farina e funghi secchi.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo