Nodo ferroviario di Bari, in arrivo 394 milioni di euro. A gennaio via alle gare

0

In arrivo 394 milioni di euro per il nodo ferroviario di Bari. Nell’ultima riunione del Cipe è stato, infatti, stabilito un finanziamento di poco meno di 400 milioni di euro per la realizzazione del passante cittadino ferroviario, con interramento dei binari ed il riassetto complessivo urbanistico della zona della Stazione. Un progetto ambizioso e dal forte impatto in città, con la fine, si spera, del fascio di binari che taglia in due il capoluogo pugliese.

“Finalmente si è compiuto anche l’atto finale e definitivo di una grande battaglia intrapresa negli anni scorsi, che rivoluzionerà i trasporti ferroviari nella città metropolitana di Bari e in tutta la Puglia”.

Lo afferma il consigliere regionale del Pd, Mario Loizzo, commentando “l’esito della riunione istruttoria nel corso della quale, ieri, il pre-Cipe ha approvato il finanziamento di 394 milioni di euro per il Nodo ferroviario di Bari”.

“Questo finanziamento – conclude Loizzo – sarà approvato definitivamente dal Cipe nella seduta del 29 dicembre. E a gennaio, dunque, Rfi potrà procedere con le gare”.

Molto soddistatto anche il sindaco di Bari Antonio Decaro. “Spero che nell’appuntamento del 29 sia confermato il finanziamento del riassetto del nodo ferroviario che cambierà il volto urbanistico e la mobilità della nostra città. Questa è la prova tangibile che il dialogo positivo e costruttivo della città di Bari con il Governo centrale sta producendo risultati importanti per lo sviluppo del nostro territorio”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo