Oggi nasceva Guy Portoghese, il sassofonista dalle orecchie feline

0

Il sax, lo swing, il divertimento, senza dimenticare che “il Rock’n’Roll è una cosa seria“. Avrebbe compiuto oggi 46 anni Gaetano “Guy” Portoghese, barese, professione sassofonista e “animale da palcoscenico”, scomparso nel sonno due anni fa per problemi cardiaci. Con il suo gruppo, Guy & gli specialisti, ha fatto rivivere al pubblico le atmosfere Rock’n’Roll degli Stati Uniti di inizio ‘900.Lui, cultore del genere Rockabilly, quella fusione tra blues, R&B, bluegrass country originaria del sud degli Stati Uniti; lui, con la sua particolare conformazione delle orecchie che gli valse un originale ed azzeccato soprannome: Recchiabilly. Un nomignolo affettuoso che è diventato il nome della band che a lui ed alla sua musica s’ispira.

Chi era Guy Portoghese? “Un uomo divertente, dalla risposta sempre pronta e mai fuori luogo grazie ad un insaziabile voglia di conoscere – ricorda Dario Mattoni, chitarra e voce dei Rekkiabilly, gruppo che oggi ne raccoglie l’eredita, nella musica e nel nome – Un gangster perfettamente integrato nel ventunesimo secolo, ma con un bagaglio dal valore inestimabile, pieno di nozioni su ciò che è stata la migliore musica del secolo passato e la cultura in essa contenuta. Guy era sensibile all’arte e insensibile al brutto oggettivo”.

Era dal vivo che Guy sintetizzava al meglio il suo concetto di musica, un mix di ironia, divertimento ed appassionata competenza. “Nel 1997, i concerti di Guy & gli specialisti erano spettacoli che ti catapultavano tra gli italo-americani dei primi del novecento – racconta Dario – Un vero delirio. Centinaia di persone battevano a tempo con i piedi, sia nel pubblico che dietro al bancone”.

Guy & gli specialisti hanno inciso due dischi: Quello che mi piace (2004), con composizioni originali, e Got Loaded (2012), raccolta di cover anni Trenta e Cinquanta. Inoltre, Guy ha suonato anche nei Kamikazes, accanto all’ex Hormonauts Andy Macfarlane, con cui ha pubblicato lo scatenato album Tora! Tora! Tora! (Tora!), che lo aveva portato in giro a suonare anche oltre confine.

Condividi
Laureato in Scienze della comunicazione, vive una condizione mentale-lavorativa a suo dire schizofrenica: cerca con insistenza di unire in un’unica professionalità il suo amore per il web e la scrittura. Ama la Puglia e per questo, nonostante le difficoltà ha deciso di restare qui.

Nessun commento

Commenta l'articolo