Casarano: presidio e occupazione contro la chiusura di reparti dell’Ospedale

0

Una protesta annunciata da giorni che, questa mattina è sfociata in un presidio presso l’ospedale Ferraris di Casarano. In ballo i reparti destinati ad essere chiusi e trasferiti a Gallipoli. Circa un centinaio di persone, tra cui anche il sindaco di Casarano Gianni Stefano, hanno occupato i reparti di ostetricia e ginecologia del nosocomio casaranese, che la Regione Puglia ha deciso di chiudere, proprio nel giorno in cui avrebbero dovuto essere trasferiti alcuni materiali nel nuovo reparto pediatrico del Vito Fazzi, ospedale di Lecce.

Presidio e occupazione dei reparti destinati alla chiusura all’ospedale Ferraris di Casarano. Un centinaio di persone, tra cui il sindaco del comune Gianni Stefano, stanno presidiando da questa mattina i reparti di ostetricia e pediatria dell’ospedale con l’obiettivo di evitarne lo smantellamento e riaprire un tavolo di concertazione con la Regione che ha deciso il trasferimento dei reparti presso il nosocomio di Gallipoli.

“Diciamo no con forza al progetto della Regione di ridurre l’ospedale di Casarano, punto di riferimento sanitario di tutto il basso Salento, in un ospedale di base” dicono i promotori del presidio, con in testa il Comitato Pro Ferrari che da anni si oppone al declassamento del locale ospedale.

E intanto arriva un duro comunicato della Azienda Sanitaria con cui si accusano i manifestanti di aver impedito il trasferimento degli arredi di una stanza di degenza, con tutti i problemi del caso.

“L’episodio – si legge in una nota – si è verificato questa mattina nell’Ospedale di Casarano, dove era stato programmato il prelievo degli arredi di una stanza della Chirurgia Pediatrica da posizionare nel nuovo reparto del ‘Vito Fazzi’, già ultimato”.

“Si trattava – sottolinea l’Asl di Lecce – di un passaggio tecnico utile per le procedure di accreditamento in corso per la nuova sede del reparto di Chirurgia Pediatrica, prevista nell’Ospedale di Lecce. L’operazione è stata tuttavia impedita da un gruppo di persone, tra cui il sindaco di Casarano, giunte nell’Ospedale cittadino. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, i quali hanno redatto un verbale dell’accaduto e identificato le persone presenti”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo