Pallamano, successo di misura a Benevento per la Junior Fasano

0

La Junior Fasano vince di misura a Benevento per 32-31 e prosegue la sua corsa a punteggio pieno in vetta al girone C del massimo campionato, ma quanta fatica per la formazione biancazzurra, giunta in terra sannita priva di Flavio Messina e Giulio Venturi, con Andrè Leal acciaccato, e con i nazionali in condizioni pessime.

Sono rientrati infatti decisamente provati dai ritmi forsennati dello stage azzurro, Pasquale Maione, Demis Radovcic, Nicolò D’Antino e Vito Fovio, con il tecnico Francesco Ancona che ha dovuto affrontare un quadro abbastanza complicato.

LA PARTITA

Ne ha approfittato al meglio il Benevento, protagonista di un’ottima prestazione, che gestiva il match per larghi tratti, andando all’intervallo in vantaggio sul 19-15 ed arrivando a condurre anche di 6 lunghezze a poco più di 10’ dal termine della contesa.

La Junior con orgoglio ed esperienza riusciva però a rimettere in piedi la gara, grazie anche all’ingresso a partita in corso di Leal, autore di 9 reti così come Leo De Santis, recuperando il gap e difendendo nel finale il +1 con il solito Fovio, che con una parata sigillava il 32-31 conclusivo.

Prossimi impegni per il team biancazzurro nella rinnovata palestra Zizzi, dove giungeranno prima il Gaeta, reduce dalla straordinaria vittoria sul Siracusa (sabato 4 novembre alle 19), e poi il Conversano per il recupero della 5^ giornata (martedì 7 novembre alle 20).

PARLA MISTER ANCONA

“Abbiamo conquistato a Benevento due punti importantissimi in ottica campionato – dichiara il tecnico Francesco Ancona – ancor più preziosi alla luce delle condizioni della squadra, con tanti dei suoi elementi più rappresentativi tornati dallo stage della rappresentativa italiana sulle gambe. Proprio in riferimento a questo stiamo chiedendo da tempo alla federazione ed allo staff tecnico della nazionale, maggiore condivisione e collaborazione, al fine di tutelare gli atleti convocati e le squadre di club che compiono notevoli sforzi economici”.

“Siamo consci dell’importanza degli impegni che la selezione italiana affronterà a gennaio – prosegue l’allenatore fasanese – ma le doppie sedute di allenamento, le amichevoli, gli spostamenti notevoli e continui, probabilmente non sono il meglio in questo momento cruciale della stagione, soprattutto per società come la nostra, che forniscono un numero di atleti considerevole per la squadra azzurra, e non può ritrovarsi con Venturi infortunato, e per fortuna è stata scongiurata la rottura del legamento collaterale, e con gli altri convocati in condizioni pietose, alla vigilia di quattro impegni ravvicinati e fondamentali in ottica campionato. Lo stesso quadro sappiamo che si è purtroppo verificato anche in altri club, pertanto è opportuno prendere provvedimenti e pianificare più opportunamente i prossimi impegni della nazionale”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.