Parto domiciliare, Di Bari: “Orgogliosa che abbiano copiato la nostra proposta”

0

Una guerra sulla paternità delle idee in Regione Puglia poteva anche essere risparmiata, ma gli atti sono atti e i tempi sono cosa certa.

Lo scorso settembre il gruppo consiliare del M5S, ha depositato una proposta di legge a prima firma della consigliera Grazia Di Bari avente ad oggetto la possibilità, da parte delle donne pugliesi, di scegliere in che modo partorire.

“Oggi – dichiara la consigliera pentastellata – scopro che il gruppo consiliare di “Noi a Sinistra per la Puglia” ha depositato una proposta di legge uguale alla mia. Non è la prima volta che succede e francamente da chi in ogni occasione utile ci ricorda la sua bravura e competenza ci aspetteremmo un comportamento più rispettoso del lavoro altrui”.

L’unica differenza rispetto alla proposta di legge presentata al M5S, spiega la consigliera Di Bari, è l’istituzione delle case per il parto.

“Erano previste anche nella nostra proposta – continua la consigliera cinquestelle – ma abbiamo dovuto rinunciarci per un problema di copertura finanziaria, per il quale la proposta non avrebbe superato il vaglio degli uffici legislativi regionali. Purtroppo ormai sappiamo che per le proposte presentate dalla maggioranza non c’è la rigidità sulle coperture finanziarie riservata a noi dell’opposizione e tante volte le nostre
proposte sono state bocciate anche in maniera discrezionale. Ai consiglieri di “Noi a Sinistra per la Puglia”dico che sono bravi ad utilizzare il tasto “copia e incolla”, ma produrranno una loro proposta? E concludo dicendo che sono orgogliosa che ci abbiano copiato.
Per essere concreti metteteci soldi sopra, rendete la proposta reale e non fate la solita vergognosa legge spot a cui avete abituato i pugliesi da decenni ormai!”

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.