Patti territoriali per il lavoro, la proposta di Mazzei (Forza Italia)

0

Integrare le esperienze dei Patti Territoriali alle Agenzie di Sviluppo Locale, per programmare azioni che favoriscano la crescita occupazione e il mondo produttivo. Questa la proposta del consigliere regionale di Forza Italia Luigi Mazzei, già inserita nell’agenda della VI commissione il prossimo 11 settembre. Si tratta, secondo il consigliere, “di un importante strumento per il rilancio del mondo produttivo e di conseguenza del lavoro in Puglia”.

Il Patto territoriale – strumento previsto dalla legge n.662 del 1996 – è un tavolo di lavoro “dal basso” in cui diversi attori – forze sociali, enti locali e privati – ragionano e stabiliscono le priorità e gli obiettivi da perseguire tra i vari interessi presenti a livello locale. In Puglia trovano casa diversi patti territoriali – di rilevanza provinciale o di macro-area, esempio Murgia o Sud-Est barese – che spaziano in diversi settori integrati: industria, agroindustria, agricoltura, pesca e acquacoltura, servizi, turismo e l’apparato infrastrutturale.

Sulla base di questa esperienza, “è prioritario non disperdere l’esperienza positiva svolta sul territorio pugliese in questi anni dai soggetti responsabili dei Patti Territoriali – precisa Mazzei – in particolare per l’attività di animazione dello sviluppo locale svolta, le relazioni instaurate tra i vari soggetti dello sviluppo locale, la capacità di cooperazione e integrazione istituzionale che ha portato alla definizione delle opportunità e delle esigenze di sviluppo dei vari ambiti territoriali interessati ed al coinvolgimento diretto degli imprenditori nella realizzazione delle iniziative”.

“Le Agenzie, in buona sostanza, mantenendo in atto una configurazione giuridica di enti privati, possono essere partecipate da enti pubblici di ambito sub regionale oltre che da soggetti privati – conclude Mazzei – Tali organismi hanno natura giuridica differente, ma dovranno svolgere tutti attività strumentali e coerenti con le azioni ed i programmi regionali di sviluppo”.

Condividi
Laureato in Scienze della comunicazione, vive una condizione mentale-lavorativa a suo dire schizofrenica: cerca con insistenza di unire in un’unica professionalità il suo amore per il web e la scrittura. Ama la Puglia e per questo, nonostante le difficoltà ha deciso di restare qui.

Nessun commento

Commenta l'articolo