Piano coste, insediato il tavolo Anci e Regione per delle modifiche condivise

0

Modificare il Piano regionale delle coste, il disegno di legge n. 5,  in discussione in commissione, e le norme tecniche è ormai l’unica strada che consenta ai comuni di recepire il Piano stesso. I comuni si sono trovati nell’impossibilità di redigere un piano comunale, come previsto dalla legge, per una serie di limiti imposti dal Piano regionale. Lo scorso 20 ottobre l’assessore Leonardo Di Gioia a ascoltato le ragioni dell’Anci Puglia e ha dato il via libera ad un tavolo tecnico Regione – Anci sul Piano regionale delle Coste e sul ddl regionale 5/2014 “Disciplina della tutela e dell’uso della costa”.

Il tavolo si è insediato ieri e i rappresentanti dell’Anci guidati dal vicepresidente Emilio Romani hanno consegnato un documento contenente delle migliorie a quel Piano e alle norme tecniche che hanno fatto sì che ad oggi nessuno dei comuni costieri potesse redigere il piano comunale. Ora i tecnici regionali dovranno valutare le cinque pagine di emendamenti e verificare l’accoglibilità delle stesse modifiche in modo da non comportare stravolgimenti, alla struttura del Piano.

Condividi
Roberto Mastrangelo
Coordinatore Redazionale del progetto PugliaIn.net. Socio fondatore dell'Associazione Scritture Digitali, in passato giornalista per il Movimento, Roma, il Patto, il Resto, l'Indipendente, Puglia d'Oggi, Cerca la domanda scomoda da fare nel momento peggiore.

Nessun commento

Commenta l'articolo