Pink Bari, il calcio rosa sogna in grande

0

Dopo 13 anni di vita la Pink Bari, la più grande squadra di calcio femminile di Bari, affronta la prima stagione in Serie A. Ed è l’unica squadra di tutto il mezzogiorno ad essere presente nella massima serie. Un risultato ottenuto con sacrificio, determinazione e, da qualche mese, dall’Fc Bari 1908. Prima dell’esordio in casa, le ragazze del calcio barese, si sono presentate al pubblico sostenute e presentate dalla presidente Alessandra Signorile, dall’Assessore barese allo Sport Pietro Petruzzelli e dal socio e padre del presidente del Bari Romeo Paparesta.

“Per la prima volta, con la Pink Bari, la Puglia è in serie A – ha detto Alessandra Signorile – e rappresenteremo tutto il sud perchè siamo le uniche del mezzogiorno in serie A. La Pink non è solo una squadra di calcio. Il nostro obiettivo è di voler costruire, prima che sportive, delle persone vere e mature. La stagione calcistica 2014/2015 è, per noi, nuova ed emozionante. Nuova perché stiamo costruendo insieme all’Fc Bari 1908 un percorso comune, con investimenti nel settore giovanile e con la volontà di unire le diverse realtà calcistiche femminili nazionali. In Italia le tesserate del calcio femminile sono circa 10mila. Pochissime. Il calcio è ancora visto come uno sport prettamente maschile. Ma lo sviluppo di questo sport può portare a diversi benefici, non ultimo un buon rientro economico”.

Pink Bari è, quindi, eccellenza pugliese come tiene a specificare Petruzzelli: “Ospitare eventi sportivi ed eccellenze dello sport genera risorse e ritorni economici oltreché di grande prestigio. E la Pink Bari è un’eccellenza dello sport Barese. Inoltre, tutto l’organico è composto da donne e questa è un’eccellenza nell’eccellenza”.

Insieme alle Pink ci sono gli omologhi maschili dell’Fc Bari 1908 che, appena nati, hanno deciso di percorrere la stess strada insieme: “Il calcio non si inventa, si costruisce. – afferma Romeo Paparesta – E per costruire ci vuole tempo e impegno. Come l’Fc Bari 1908 è nato da poco e lo stiamo costruendo, così la Pink Bari sta crescendo. L’abbinamento tra le due squadre, maschile e femminile, è per noi motivo d’orgoglio. Bari se lo merita perché è una città bellissima e ha dei tifosi eccezionali. Inoltre vorrei vedere la Pink giocare al più presto al Della Vittoria. Il mio augurio è di camminare, il più a lungo possibile, all’unisono”.

Nessun commento

Commenta l'articolo