Pink Bari, il punto di capitan Rogazione: “Stufe delle sconfitte”

0

Giacere sul fondo della classifica con zero punti dopo 3 giornate non piace a nessuno. Mai sosta di campionato fu quindi più gradita per la Pink Bari, alle prese con una realtà, la serie A calcistica femminile, che le ha già mostrato il suo lato più duro.

“Roma, Firenze e Riviera di Romagna: abbiamo già affrontato tre squadre quotate – commenta Marina Rogazione, capitano e bandiera delle biancorosseallenate da mister Isabella Cardone – La sosta per fortuna ci aiuta. Ci dà tempo per lavorare dal punto di vista tattico e per migliorare affiatamento e sintonia della squadra”.

Nonostante i primi risultati negativi, lo spogliatoio resta sereno. “Il salto di categoria si è fatto sentire – prosegue Marina – ma siamo rimaste unite. In allenamento si respira la nostra forte voglia di pronto riscatto. Personalmente mi sono scocciata di raccontare le nostre sconfitte“.

Che sia il Pordenone, ospite all’Antenucci di Bitetto il prossimo 1 novembre, la prima occasione di riscatto per la Pink? “Per gli osservatori – commenta marina – le friulane lottano come noi per la salvezza, perchè rispetto alla scorsa stagione hanno perso diversi elementi. Siamo cariche, possiamo giocarcela. Dall’esordio con la Roma, dove l’emozione ci ha giocato un brutto scherzo, le nostre consapevolezze sono cresciute. Dobbiamo continuare a migliorarci”.

Intanto l’attenzione perle sorti della squadra è cresciuto. “Da quando c’è stato l’accordo con il Bari la nostra esposizione mediatica è cresciuta – ammette Marina – Non ci crea pressione ma siamo stupite: non eravamo abituate a trovare persone al ritorno delle trasferte, curiose di sapere come fosse andato l’incontro”.

Condividi
Laureato in Scienze della comunicazione, vive una condizione mentale-lavorativa a suo dire schizofrenica: cerca con insistenza di unire in un’unica professionalità il suo amore per il web e la scrittura. Ama la Puglia e per questo, nonostante le difficoltà ha deciso di restare qui.

Nessun commento

Commenta l'articolo