Positivo il 2014 dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari

0

Si chiude con un bilancio positivo il 2014 per l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari: 316 nuove iscrizioni – per un totale di 7100 iscritti –  88 eventi formativi organizzati – di cui 60 gratuiti – e soprattutto un approccio alla necessità della categoria basato su ascolto e comunicazione interna.

“Il coinvolgimento attivo della base associativa è stata la chiave di successo delle nostre attività – scrive il presidente Domenico Perrini, componente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici –  Abbiamo attivato dinamiche di ascolto e di confronto per migliorare l’efficienza e l’utilità dei nostri corsi”. In particolare, sono state istituite 21 commissioni presso l’Ordine, di cui 5 Istituzionali, 8 Permanenti, 8 Consiliari, per la discussione e l’approfondimento di tematiche professionali. “Continueremo a lavorare in questa direzione  – continua il presidente – puntando sulla condivisione delle informazioni, sull’efficacia della comunicazione e sulla riflessione strategica in relazione al ruolo del nostro Ordine professionale, affinché l’iscrizione diventi sempre più un vantaggio competitivo per gli associati”.

Fra i risultati di rilievo raggiunti dall’Ordine nel corso del 2014, i tanti professionisti – 37 – che si sono qualificati con merito come “esperti in gestione tecnica dell’emergenza sismica, rilievo del danno e valutazione dell’agibilità”, e i 122 tecnici accreditati alla certificazione di sostenibilità ambientale della Regione Puglia.

Quello di Bari è, inoltre, il primo Ordine degli Ingegneri di Italia ad aver istituito presso la propria sede la Camera Arbitrale e di Conciliazione riconosciuta presso il Ministero della Giustizia al prog. n. 443, all’interno del quale sono inseriti n. 50 media-conciliatori professionisti.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo